Netanyahu senza maggioranza: la sinistra resiste

0
693

Netanyahu senza maggioranza: il premier Benjamin Netanyahu ha già proclamato la vittoria della destra, ma il suo partito non ha la maggioranza dei voti e resta un testa a testa con il rivale centrista Yair Lapid. Nonostante tutto, la sinistra israeliana è riuscita comunque a sorprendere.

La sinistra israeliana non è poi così morta?

Tutti davano la sinistra israeliana per spacciata, ma sorprende e va abbastanza bene nella sua nuova configurazione. Se sommati i voti di Meretz, del Labour e di Benny Gantz, composto da ex laburisti, si ottiene un punteggio relativamente significativo. Basti pensare che ha conquistato 20 deputati su 120. La sinistra israeliana non è sicuramente la forza maggioritaria ed egemonica che era in passato, ma è ancora una forza da non sottovalutare. Da questo punto di vista, la sinistra può ritenersi soddisfatta, in quanto ha praticamente raddoppiato i punteggi che i sondaggi prevedevano prima delle elezioni.


Il Canale di Suez è bloccato: grossi danni all’economia mondiale


Netanyahu senza maggioranza: ora come farà?

Per mantenere l’incarico, Beyamin Netanyahu, inizierà alla caccia di un supporto aggiuntivo? Acrobatica appare l’ipotesi di un’alleanza tra Benjamin Netanyahu e dei suoi avversari di centro. Il primo ministro uscente ha concentrato la sua campagna elettorale sul successo della strategia di vaccinazione di Israele, dove quasi il 50% della popolazione ha già ricevuto due dosi di vaccino. Tuttavia, è stato ancora una volta segnato da accuse di corruzione, frode e violazione della fiducia. Ma che ancora non lo hanno assicurato alla giustizia.