Netanyahu incriminato per corruzione

0
147

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è stato incriminato con l’accusa di corruzione, frode e violazione della fiducia, ha annunciato giovedì il procuratore generale Avichai Mandelblit, prolungando l’incertezza politica del paese mentre sembra destinata a partecipare alle sue terze elezioni nazionali in un anno.

Netanyahu, che ha negato qualsiasi illecito e ha dichiarato di essere vittima di una “caccia alle streghe”, rischia fino a 10 anni di carcere se condannato per corruzione e un periodo massimo di 3 anni per frode e violazione della fiducia, secondo gli esperti legali.

Dò la mia vita a questo stato, ho combattuto per questo, sono stato ferito per questo. Devo dire che è una giornata molto dura”, ha detto Netanyahu in un discorso televisivo nazionale giovedì sera. “Penso che devi essere cieco per vedere che sta succedendo qualcosa di sbagliato. Questo è un colpo di stato politico.”

Il primo ministro ha insistito, senza presentare prove, che l’accusa è una vendetta politica.

“È molto inquietante quello che sta succedendo qui e come la polizia ha condotto questa indagine”, ha detto Netanyahu. “Questo è un processo contaminato, dobbiamo investigare gli investigatori, non volevano la verità, mi stavano inseguendo personalmente.”

Il principale rivale politico di Netanyahu, l’ex capo dell’esercito Benny Gantz, ha affermato che l’accusa solleva preoccupazioni sul fatto che il primo ministro “prenderà decisioni nel suo interesse personale e per la sua sopravvivenza politica e non nell’interesse nazionale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here