Netanyahu incontra in segreto il principe ereditario saudita

La visita, riportata dai media israeliani, sarebbe il primo incontro tra leader israeliani e sauditi di alto livello. I sauditi negano l’incontro

0
212
Netanyahu incontra Salman

ll premier israeliano Benjamin Netanyahu incontra in Arabia Saudita, inseme al direttore del Mossad Yossi, il principe ereditario Mohammed Bin Salman in un incontro segreto. Alla riunione, secondo quanto riferiscono alcuni media, avrebbe partecipato anche il Segretario di Stato americano Mike Pompeo. Tuttavia, oggi il ministro degli esteri saudita ha negato che si sia tenuto un incontro con Netanyahu, insistendo sul fatto che il principe Mohammed si era incontrato solo con il segretario di Stato Mike Pompeo, che stava completando un tour di sette nazioni.

Netanyahu incontra in segreto il principe saudita?

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è volato in Arabia Saudita dove ha incontrato il principe ereditario Mohammed bin Salman. Con loro vi erano anche il segretario di Stato americano Mike Pompeo e il capo del Mossad Yossi Cohe. È quanto riferiscono i media israeliani. Netanyahu avrebbe tenuto nascosta al ministro della Difesa Benny Gantz e al ministro degli Esteri, Gabi Ashkenazi, la sua visita di in Arabia Saudita.

Una visita del genere sarebbe il primo incontro noto tra i leader israeliani e sauditi di alto livello. Potrebbe segnalare un’accelerazione di una progressiva distensione tra le due potenze. L’incontro, secondo fonti israeliane riferite dai media, sarebbe avvenuto a Neom, città saudita ad alta tecnologia sul Mar Rosso non distante dai confini con l’Egitto. Netanyahu e Cohen sono arrivati a bordo di un aereo privato che – secondo i media – è stato tracciato dai siti di volo. È rimasto a terra per circa due ore ed è ritornato in Israele attorno alla mezzanotte e mezza.

Netanyahu incontra Salman: i sauditi smentiscono

Tuttavia, il ministro degli esteri saudita, Faisal bin Farhan, ha negato che si sia tenuto un incontro con Netanyahu. Ha insistito sul fatto che il principe Mohammed si era incontrato solo con il segretario di Stato Mike Pompeo, che stava completando un tour di sette nazioni. Il Ministro ha detto: “Non c’è stato nessun incontro”. Inoltre ha riferito di aver accompagnato il signor Pompeo durante la sua visita in Arabia Saudita. Ha poi sottolineato che “i funzionari sauditi e americani erano gli unici presenti in tutto”.

Secondo i media israeliani hanno discusso di Teheran

I notiziari israeliani hanno riportato per primi l’incontro. Il ministro dell’Istruzione israeliano, Yoav Galant, ne ha discusso in un’intervista radiofonica. Tuttavia non è chiaro chiaro se fosse a diretta conoscenza dell’incontro o se stesse rispondendo alle notizie. Galant ha detto: “Il fatto che l’incontro abbia avuto luogo e sia stato reso pubblico – anche se solo in modo semi ufficiale – è qualcosa di grande importanza”.

Rapporti sui media israeliani affermano che Netanyahu e il principe ereditario hanno discusso dell’Iran, tra gli altri argomenti. Isolare ulteriormente Teheran, un nemico comune, è stato un punto di accordo tra Israele e molti dei paesi arabi con i quali ha stabilito relazioni.

Salman preferisce allearsi con Israele contro l’Iran

Il principe ereditario, il sovrano de facto dell’Arabia Saudita, fu inizialmente salutato come un riformatore grazie al suo allentamento di alcune delle rigide leggi del regno. Tuttavia, l’uccisione nel 2018 del giornalista dissidente Jamal Khashoggi, in un consolato saudita in Turchia, ha in gran parte fatto cambiare idea alla comunità internazionale. Infatti numerosi rapporti diffusi evidenziano che il principe avrebbe ordinato l’uccisione del giornalista.

Mentre il re dell’Arabia Saudita Salman rimane un sostenitore del boicottaggio di Israele, il principe ereditario preferisce abbandonare il conflitto israelo-palestinese. Considera un’alleanza contro l’Iran una questione di importanza più urgente.

Hamas ha condannato l’incontro, definendolo “pericoloso”. Il movimento islamista al potere nella Striscia di Gaza ha chiesto a Riad “chiarire l’accaduto, poiché l’incontro rappresenta un insulto all’Arabia Saudita e un oltraggio verso i diritti dei palestinesi”.


Leggi anche: Voci in Libano evocano la pace con Israele

Commenti