Nel ricordo di Dario Fo

0
96

Dario fo, nasceva il 24 marzo del 1926.

Probabilmente è stato uno dei più grandi artisti italiani del ‘900.

Brevi cenni biografici

Nato da padre ferroviere e da madre contadina in provincia di Varese, fin da giovane amò l’arte e la cultura.

Studi

Gli studi a Brera e al politecnico di Milano, gli servirono a apprendere bene quale strada seguire per la sua vita. Una volta trasferito a Milano, decise di non abbandonare più la città.

Il teatro

Alla stagione teatrale 1969-1970 appartiene “Mistero buffo“. Questa opera è forse la più famosa di Dario Fo. Qui sviluppa la ricerca sulle origini della cultura popolare. Nell’originale operazione di Fo, i testi riecheggiano il linguaggio e il parlato medioevale, ottenendo un risultato di un miscuglio di dialetto “padano”. E’ il cosiddetto “Grammelot“.

Il nobel

Nel 1997 dopo due candidature passate, ricevette il premio più ambito per la letteratura. Il nobel. Questo premio gli venne conferito, per aver ridato voce ai linguaggi medievali con un pizzico di mimica e attuazione moderna.

Movimento 5 stelle

Dopo aver passato tutta la sua vita, con ideali di sinistra, verso gli ultimi anni, Fo, si era convertito con gli ideali del movimento di Grillo.

Le opere teatrali più rinomate

Mistero buffo – 1969

Morte accidentale di un anarchico – 1970

Il ratto della Francesca – 1986

Il diavolo con le zinne – 1998

Lu santo jullare Francesco – 1999

La pittura

Altre grande passione di Dario, era la pittura. Tutta la sua vita, non fu solo teatro, letteratura e televisione. Nella sua lunga carriera, annovera tante opere pittoriche.

Dario Fo – mistero buffo
Dario Fo – Chagall

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here