Nel frattempo, in Australia, qualcuno pianta i coralli

Mentre tutto il mondo è chiuso nella morsa del lockdown, c'è chi lavora per la salvaguardia dell'ambiente piantando coralli nella Grande Barriera Corallina.

0
669
coralli

Il periodo che stiamo vivendo costringe molte attività ad una chiusura temporanea a causa dell’assenza di clienti. L’eco-turismo e il turismo in generale sono tra i settori colpiti e di certo il loro lavoro non può essere realizzato tramite smart-working da casa.

Qualcuno non si ferma

Tuttavia, in Australia un impresa di tour operator a conduzione familiare ha deciso di dedicare questo tempo senza clienti per salvaguardare l’ambiente dove si svolge la loro attività.

La Passions of Paradise, da quando è iniziato il lockdown, sta dedicando diverse delle sue giornate “piantando” i coralli nella Grande Barriera Corallina. Il tutto è ovviamente svolto in modo da rispettare le distanze di sicurezza: a bordo dell’imbarcazione vi sono 4 sommozzatori e un biologo.

Grazie all’assenza di turisti, che normalmente non permetteva loro di dedicare più di 30 minuti ad immersione per queste operazioni, adesso riescono a lavorare anche delle ore per continuare il loro progetto.

Soltanto nell’arco di 3 giorni l’azienda è riuscita a piantare circa 1200 coralli. Un azione lodevole per salvaguardare uno degli ambienti più belli e importanti del nostro pianeta.

Infatti diverse attività antropiche e lo sbiancamento dei coralli minacciano la sopravvivenza di questi ecosistemi

Lo sbiancamento dei coralli

Lo sbiancamento dei coralli è una realtà che sta minacciando i sistemi marini di tutto il mondo. Questo fenomeno vede i coralli diventare di colori più chiari, o persino completamente bianchi, e poi morire. Il tutto avviene in seguito alla moria delle alghe simbionti che vivono su di essi e che producono nutrimento per gli organismi che formano il corallo stesso.

Tutto questo è causato dall’innalzamento della temperatura a causa del surriscaldamento globale combinato all’acidificazione dei mari.

Come foreste sottomarine

coralli

Le barriere coralline sono sistemi molto importanti non solo per molte specie di esseri viventi (ospitano la bellezza del 25% della vita marina), ma anche per la qualità dell’aria che respiriamo.

Svolgono la stessa funzione delle grandi foreste agendo come “polmoni” del pianeta e assorbendo grandi quantità di anidride carbonica.

Per questa gente, tutelare l’ambiente non significa soltanto tutelare i propri affari, ma anche il loro futuro e quello di tutti noi.