“Nei panni degli altri”: il bucato diventa community

Dall'idea di Francesca Barnabei un progetto che ha trovato seguito sui social, fino a diventare una mostra

0
231
Nei panni degli altri
Cosa ti suggerisce il bucato steso? (Immagine di Valter Cirillo, Pixabay)

Quante volte hai desiderato essere un’altra persona per vivere esperienze simili alle sue o semplicemente per capirla. Metterti “Nei panni degli altri” è un passatempo che puoi condividere sui social, entrando a far parte di un’attiva community.

Cos’è il progetto “Nei panni degli altri”?

I panni stesi fanno pensare alle persone che li indossano e a ciò che fanno, a come si comportano. Così Francesca Barnabei che lavora nella comunicazione, ha iniziato a fotografare gli indumenti ai balconi e alle finestre, pubblicandole su Facebook. Tra un commento e un Like, pensieri ed emozioni fluiscono, creando storie che ricostruiscono più o meno verosimilmente fatti reali. Oltre a riunire utenti che postano scatti e riflessioni, la pagina del social è anche un punto di partenza per iniziative culturali e creative. Infatti, proprio da Fb nasce una mostra collettiva con partecipanti da tutto mondo.

La collaborazione e le idee di altri utenti

Il progetto si amplia con la copywriter Rebecca Moutier che su richiesta di Barnabei apre l’account Instagram del progetto. Un’altra mossa vincente che coinvolge ancora più persone nel segno dell’hashtag #neipannideglialtri. Dallo scambio di opinioni alla conoscenza più approfondita il passo è breve e tra i componenti della community nascono altre idee. Si pensa ad una nuova esposizione e poi a una serie di racconti scritti da più persone. Proposte che possono concretizzarsi nei prossimi mesi e rendono l’iniziativa un esempio da menzionare di condivisione e incontro.

Suggerimenti per indossare i vestiti altrui

L’immedesimazione è un metodo per capire meglio le persone e anche ascoltare la musica preferita di un utente può aiutare. Perciò sul sito puoi trovare una playlist di brani da scaricare su Spotify per provare la vita degli altri. Inoltre, su Facebook trovi regolarmente i racconti degli utenti a puntate, ispirati al bucato di tante case del mondo.

Commenti