NBA mercato già in pieno fermento

0
457

Novembre è sempre stato un mese che a livello NBA inizia a delineare i valori in campo, con le squadre impegnate in un susseguirsi di gare e spostamenti che mettono in luce pregi e difetti di tutte le contendenti. La pandemia portata dal diffondersi del COVID-19 non solo ha tardato la conclusione del passato campionato ma ha spostato inevitabilmente il programma della stagione attuale. E così il 18 novembre ci sarà il via con il Draft seguito due giorni dopo dall’apertura del mercato del mercato dei free agent. Il 22 dicembre, poi, sarà finalmente campionato con 72 partite di regular season, la lunga e intrigante trafila di playoff, finali di conference e dulcis in fundo a luglio finale per assegnare il titolo. 

La stagione non è ancora iniziata per cui, al momento, l’attenzione degli appassionati è tutta incentrata sul mercato e sui possibili movimenti che possono scombussolare gli equilibri nella lega più forte del mondo. Anche se il mercato NBA sta per iniziare e sembrerebbe ancora presto fare un pronostico su chi sarà la squadra da battere nella prossima edizione, su Sportytrader troviamo già le statistiche della scorsa annata del torneo e sono disponibili i pronostici NBA per la stagione 2020-2021.

Analizzando il mercato, partiamo dai campioni in carica, i Los Angeles Lakers e da un giocatore di casa nostra, ovvero Danilo Gallinari. L’aspetto salariale è quanto mai determinante in scambi di questo tipo perché in NBA bisogna rispettare il tetto degli stipendi. Per far tornare i conti, prendendo Gallinari, i Lakers dovrebbero “sacrificare” a favore degli Oklahoma City Thunder la loro prima scelta al draft: un giovane come Horton-Tucker e uno come Green che potrebbe anche essere girato a un’altra squadra e in questo senso si fa il nome di Dallas. Rumors che però fanno bene anche al nostro basket.

Preoccupati di perdere Harden (che vuole i Brooklyn Nets) e Westbrook (su cui tra gli altri hanno messo gli occhi i New York Knicks), entrambi un po’ scontenti della loro situazione a Houston, i Rockets intanto hanno ceduto Robert Covington ai Portland Trail Blazers in cambio di Trevor Ariza, che farà ritorno in Texas per la terza volta. E, a proposito di Portland, i Blazers hanno messo gli occhi su Paul Millsap, il veterano dei Denver Nuggets cui è scaduto il contratto. Porterebbe solidità ed esperienza sotto canestro. 

Tra le squadre deluse dell’ultima stagione ci sono i Milwaukee Bucks che si stanno scatenando: ai due all-star Anetokounmpo e Khris Middleton affiancheranno Jrue Holiday – a Milwaukee per Eric Bledsoe, George Hill e tre scelte al primo giro – e il tiratore serbo dei Sacramento Kings, Bogdan Bogdanovic, in un sign-and-trade che vede Donte DiVincenzo, Ersan Ilyasova e DJ Wilson fare il percorso inverso.

I Phoenix Suns, invece, hanno chiuso lo scambio con gli Oklahoma City Thunder per portare Chris Paul a Phoenix insieme ad Abdel Nader. In cambio ai Thunder andranno Ricky Rubio, Kelly Oubre, Ty Jerome, Jalen Lecque e una prima scelta al Draft 2022. Tra tanti spostamenti, ci sono però anche delle conferme come quella dell’eterno Udonis Haslem che ha firmato per un altro anno con i Miami Heat. Si tratta della sua 18esima stagione nella cittadina della Florida. Con questo contratto, diventerà il più vecchio giocatore nella storia di Miami. Messo nella lista dei partenti di Indiana, Victor Oladipo ha risposto a chiare lettere: “Non è vero che voglio andare via, punto e basta. Amo i miei compagni e lo stato dell’Indiana, sono concentrato e voglio guidare i Pacers al titolo”.

Commenti