Navalny pubblica la prima foto dall’ospedale: “Respiro da solo, mi mancate”

L'oppositore russo Aleksei Naval'nyj ha pubblicato una sua foto dall'ospedale di Berlino dove è ricoverato dopo l'avvelenamento. Afferma che ha intenzione di tornare in Russia

0
141
Navalny pubblica la prima foto

Il leader dell’opposizione russa Aleksei Navalny ha pubblicato una sua fotografia che lo ritrae sul suo letto d’ospedale a Berlino. E’ sorridente accanto alla sua famiglia. Il dissidente afferma che sta meglio e che sta prendendo in considerazione di ritornare in Russia.

Aleksei Navalny: “Respiro da solo, mi mancate”

E’ passato quasi un mese da quando il leader dell’opposizione russa, Aleksei Navalny, si è sentito male sul volo da Tomsk a Mosca. Il ricovero è avvenuto prima in un ospedale di Omsk. In seguito Navalny è trasferito all’ospedale Charité di Berlino. Da qui è iniziata la diatriba tra il governo di Berlino e quello di Mosca.

L’ospedale di Omsk, infatti, afferma che il malore di Navalny è stato causato da un problema metabolico, versione ufficiale anche del governo di Mosca. Invece l’ospedale Charité di Berlino ha trovato nelle analisi tracce di un agente chimico nervino della classe Novichok. Quindi per Berlino il dissidente sarebbe stato avvelenato. Questa conclusione è supportata anche da altri due laboratori in Francia e in Svezia.

La comunità internazionale ha condannato con forza l’attacco a Navalny e ha chiesto un’inchiesta trasparente da parte di Mosca. Inoltre accusa il Cremino di essere coinvolto nell’avvelenamento. Tuttavia, il Cremlino respinge le accuse e a sua volta accusa Berlino di mentire e bloccare le indagini.

Il presidente russo Vladimir Putin, durante una telefonata con il presidente francese Emmanuel Macron, ha definito le accuse del coinvolgimento del Cremlino nell’attacco “infondate” e “inopportune”. Anche il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, afferma che l’occidente ha superato ogni limite di decenza sul caso Navalny. Inoltre ha cancellato la vista a Berlino.


Caso Aleksei Navalny – il leader dell’opposizione russa è uscito dal coma


Il leader dell’opposizione russa sta meglio e pubblica la sua prima foto

Nonostante tutte le discussione tra i due paesi, giungono notizie positive dall’ospedale Charité. Settimana scorsa i medici avevano annunciato che Navalny era uscito dal coma e che le sue condizioni erano in miglioramento.

Ieri, dopo settimane di coma, Navalny ha pubblicato la sua prima foto che ritrae lui, sua moglie Yulia, e i suoi figli Daria e Zahar.

Nel suo primo messaggio Navalny afferma che respira da solo senza supporto. Nella didascalia della foto pubblicata su Instagram vi è scritto: “Ciao, sono Navalny. Mi mancate. Non riesco ancora fare quasi nulla, ma ieri sono riuscito a respirare da solo tutto il giorno. Non ha dovuto usare nessun aiuto esterno, nemmeno la semplice valvola alla gola”.

Inoltre, Navalny afferma che intende tornare in Russia appena guarito. La sua addetta stampa, Kira Yarmysh ha detto: “Nessuna altra opzione è mai stata presa in considerazione”.

Il governo di Mosca appresa la notizia che il dissidente vorrebbe tornare in patria ha rilasciato un comunicato attraverso il prestavoce del Cremlino, Dimitry Peskov. Ha affermato che qualsiasi cittadino russo è libero di andarsene e tornare in Russia e che tutti sono felici che la salute di Navalny è migliorata. Ha infatti detto: “Se la salute di un cittadino della Frederazione Russa migliora ne siamo tutti felici. Stiano parlando di una vita umana salvata dai medici di Omsk”.

Commenti