Nasce Nelson Rockefeller

112 anni fa nasceva Nelson Rockefeller, erede di John Rockefeller, uno degli uomini più ricchi della storia.

0
604
Nelson Rockefeller

Nelson Rockefeller avrebbe compiuto 112 anni. L’uomo era erede della fortuna Rockefeller, una delle più ricche famiglie della storia. Il nonno fondò la Standard Oil Ban, arrivando a detenere il monopolio mondiale del petrolio. Nelson Rockefeller fu Governatore di New York nonché vicepresidente degli Stati Uniti.

Rockefeller: la biografia

Nelson Rockefeller nasce l’8 luglio 1908 a Bar Harbor, nel Maine, terzogenito di Abby Aldrich e di John Davison Rockefeller Jr., unico erede del patrimonio Rockefeller.

Da subito i genitori educano Nelson e i fratelli dicendo loro che il denaro si guadagna lavorando duramente, e si deve utilizzare per aiutare il prossimo.

La carriera scolastica Nelson Rockefeller la trascorre alla Lincoln School di New York, una filiale della Columbia University. Qui però non si registrano buoni risultati, in gran parte per via della dislessia. Nessuno aveva infatti riconosciuto la dislessia a livello di disturbo.

E’ proprio a causa degli scarsi risultati che Rockefeller non riesce ad essere ammesso, con grande rammarico del padre, alla Princeton University. Riesce però ad essere ammesso presso il Dartmouth College, New Hampshire.

Alla Dartmouth il giovane Nelson spicca per la sua inclinazione nei rapporti e nelle questioni sociali, tanto che si laurea con lode alla facoltà di Economia.

Durante una vacanza conosce Mary Todhunter Clark, sua futura moglie dalla quale avrà 5 figli.

Dopo il viaggio di nozze, Rockefeller inizia a lavorare all’azienda di famiglia, gestendone l’ambizioso progetto del Rockefeller Center a New york City.

Inizia la carriera politica

Durante una visita al Rio Grande per degli impianti petroliferi, Nelson Rockefeller scopre il suo interesse per l’America Latina. Scrive allora un rapporto molto dettagliato sull’America meridionale, che giunge al presidente Roosevelt.

A soli 32 anni ottiene quindi il primo importante incarico a Washington: l’allora Presidente Roosevelt lo nomina infatti Coordinatore delle politiche in America Latina. Inoltre, sotto Roosevelt ricopre anche l’incarico di Assistente Sottosegretario di Stato per gli affari della Repubblica americana.

Nel 1952 egli sostiene la campagna di Dwight Eisenhower, che lo nomina assistente speciale del Presidente per gli affari esteri.

Durante questo incarico si scontra spesso con il Segretario di Stato John Foster Dulles, tanto che quest’ultimo convince il presidente Eisenhower a cacciarlo.

Rockefeller torna a New York , dove l’establishment del partito repubblicano gli propone la candidatura da governatore.

Governatore di New York

Nel 1958 Nelson Rockefeller diviene Governatore di New York, dove si aggiudica la carica per tre mandati consecutivi.

Da Governatore si separa gradualmente dalle idee repubblicane. Al contrario del partito, aumenta le tasse per riuscire nei suoi progetti ambiziosi. Questo causa malcontenti, ma i cittadini vedono subito i cambiamenti attuati con le sue politiche. Infatti riesce a promuovere il programma di assistenza sociale più avanzato nel paese ed estende il sistema universitario pubblico.

A Nelson Rockefeller dobbiamo anche la costruzione e la progettazione di tante opere pubbliche.

Durante la sua carica si separa dalla moglie Mary. In quello stesso anno, nel 1961, il figlio 23enne Michael muore annegato in Nuova Guinea.

Nel 1963 si sposa con Happy Murphy, dalla quale avrà due figli.

Nel 1964 pensa ad una possibile candidatura da presidente, ma decide di abbandonare dopo la grande contestazione a San Francisco, dove gli esponenti del partito repubblicano lo considerano troppo liberal. Ci riproverà nel 1968, ma verrà sconfitto da Nixon.

Nel 1970 viene rieletto per la quarta volta governatore di New York. Questo mandato inizia con la tragedia della prigione di Attica, dove perdono la vita 30 detenuti e 10 ostaggi.

Dopo quell’evento, il governatore istituisce una durissima legge anti-droga, e taglia l’assistenza sociale.


Andrew Cuomo – la storia di un leader


La vicepresidenza

Nel 1973 Nelson Rockefeller si dimette da governatore di New York.

Dopo lo scandalo Watergate e le dimissioni di Nixon, l’allora presidente Gerald Ford lo nomina come nuovo vicepresidente degli USA.

Nonostante le promesse di Ford, che gli dice che sarà il suo diretto aiutante in politica interna, il vicepresidente Rockefeller ha un ruolo puramente formale e marginale.

Infatti, con la rielezione di Ford, egli non viene più scelto come vicepresidente. La vicepresidenza sarà il suo ultimo incarico politico. Si ritirerà a vita privata e fonderà un’azienda.

Il 26 gennaio 1979 Nelson Rockefeller muore di un grave infarto.

Commenti