Nasce il governo di svolta. Conte sale al Quirinale, scioglie la riserva e presenta i ministri

0
395

Ottenuto il lascia passare della piattaforma Rousseau ieri e sciolto questa mattina l’ultimo nodo riguardate il sottosegretario alla presidenza al Consiglio,”partita” vinta da Riccardo Fraccaro, nel limbo insieme a Roberto Chieppa e Vincenzo Spadafora. La trattativa tra M5s-Pd-LeU si è finalmente chiusa e il presidente del consiglio incaricato Giuseppe Conte, nel primo pomeriggio è salito al colle dal presidente Mattarella per sciogliere la riserva e comunicare la lista dei ministri.

https://www.periodicodaily.com/cose-e-come-funziona-la-piattaforma-rousseau/

https://www.periodicodaily.com/rousseau-si-esprime-e-regala-la-fumata-bianca-lesecutivo-e-pronto-a-partire/

Agli Esteri Luigi Di Maio, capo politico del movimento 5 stelle e ex ministro del lavoro e dello sviluppo economico nel precedente governo.

Sono questi i ministri che giureranno domani alle ore 10:00, davanti al presidente della Repubblica:

All’Intero il prefetto di Milano Luciana Lamorgese

All’ Economia il presidente della Commissione per i problemi economici e monetari dell’Europarlamento, deputato Pd Roberto Gualtieri

Al Lavoro Nunzia Catalfo (M5s)colei che elaborò già nel 2014 il primo disegno di legge del reddito di cittadinanza. 

Allo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli (M5s), uno degli “autori” del nuovo governo.

Alla Giustizia riconfermato il ministro 5 stelle Alfonso Buonafede.

Alla Difesa il dem Lorenzo Guerini.

Alle Infrastrutture il vice segretario del Partito Democratico Paola De Micheli

All’Istruzione il pentastellato Lorenzo Fioramonti.

Alla Cultura Dario Franceschini, già ministro nel governo Renzi e Gentiloni.

All’Ambiente riconfermato il grillino Sergio Costa.

Alla Salute Roberta Speranza di Liberi e Uguali

https://www.periodicodaily.com/roberto-speranza-ecco-perche-nuovo-ministro-salute-e-leu/.

Al Mezzogiorno Giuseppe Provenzano (Pd).

Allo Sport e politiche giovanili Giovanili Spadafora (M5s).

Alle Politiche Agricole l’ex sindacalista dem Teresa Bellanova.

Agli Affari Europei Enzo Amendola (Pd).

Agli Affari Regionali Francesco Boccia (Pd).

All’Innovazione tecnologica Paola Pisano (M5s).

Ai Rapporti con il Parlamento Federico D’inca (M5s).

Alle Pari Opportunità la renziana Elena Bonetti.

Commenti