NASA’s Roman Mission: lo studio della materia oscura

0
328
NASA’s Roman Mission

Con la NASA’s Roman Mission, l’agenzia spaziale statunitense studia l’energia oscura, l’accelerazione cosmica e le supernove.

NASA’s Roman Mission: cos’è?

La NASA’s Roman Mission è una missione della NASA intitolata a Nancy Grace Roman, la madrina del telescopio Hubble. Il telescopio spaziale Nancy Grace Roman è lo strumento scelto per questa indagine che potrebbe portare a scoperte di notevole interesse scientifico. Con lo studio delle supernove, la comunità scientifica spera di capire i motivi dell’accelerazione cosmica che espande velocemente l’universo. Il principale indagato è la materia oscura, quel grande mistero che contiene l’universo e i suoi pianeti. L’unico modo che gli scienziati hanno di rilevare la materia oscura è attraverso i suoi effetti gravitazionali.

NASA’s Roman Mission: la materia oscura

L’energia oscura si manifesta come una pressione inspiegabile, in grado però di aumentare la velocità con cui l’universo si espande. Jason Rhodes, ricercatore senior presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA, afferma che l’energia oscura costituisce la maggior parte del cosmo. Gli scienziati non sanno esattamente cosa sia, ma la NASA’s Roman Mission utilizzerà diversi metodi per indagare il fenomeno e capirci qualcosa. Lo studio prevede la scansione del cielo alla ricerca di supernove di tipo “Ia”. Le supernove “Ia” sono un tipo di supernove originate dall’esplosione di una nana bianca.

Lo studio

“Alla fine degli anni ’90, gli scienziati hanno scoperto che l’espansione dell’universo accelerava utilizzando dozzine di supernove di tipo ‘Ia’”, dice Daniel Scolnic, assistente professore di fisica coinvolta nell’indagine sulle supernove. ” Le supernove di tipo “Ia” sono tra le più importanti sonde cosmologiche che abbiamo, ma sono difficili da vedere quando sono lontane. Abbiamo bisogno di misurazioni estremamente precise e di uno strumento incredibilmente stabile, che è esattamente ciò che fornirà Roman.” La ricerca prevede lo studio della luce delle supernove di tipo “Ia”. La luce viaggia in linea retta, ma può curvare se lo spazio tempo si piega. E lo spazio tempo si piega in prossimità di oggetti massicci. Studiando il comportamento della luce, gli astronomi sono certi di poter capire come la materia oscura si raggruppa nell’universo.