Nasa cerca aspiranti marziani terresti: lanciato un bando pubblico

0
165
Nasa

La NASA cerca aspiranti marziani terrestri. Lanciato un bando pubblico.

L’esplorazione del pianeta Marte è un obiettivo della ricerca spaziale ed il progetto di inviare un equipaggio sul pianeta rosso sembra sempre più concreto. Attualmente la Nasa ha approntato un programma di simulazioni che prevede la permanenza di un gruppo di volontari per un anno, in una struttura creata per riprodurre le condizioni di vita del pianeta.

L’intento è quello di raccogliere dati e informazioni utili per valutare le criticità che potrebbero presentarsi nel corso di una vera missione su Marte, oltre che studiare le strategie da adottare sulla base di quanto emergerà nel corso delle simulazioni.

A tale scopo è stata creata Mars Dune Alpha, una struttura stampata in 3D dalla ICON, che riproduce l’habitat del pianeta e misura 158 metri quadri, collocata nel Johnson Space Center della Nasa, in Texas. Al suo interno ospiterà delle aree per gli alloggi, zona cucina, bagni, spazi ricreativi e per lo sport, zona lavoro.

La missione è denominata CHAPEA, acronimo di Crew Health and Performance Exploration Analog, che significa simulazione per l’esplorazione della salute e delle prestazioni dell’equipaggio.
Si suddivide in 3 fasi della durata di circa un anno ciascuna ed impiegherà 3 equipaggi composti da 4 persone e 2 riserve.

La simulazione prevede l’impatto con le condizioni di vita che potrebbero verificarsi nel corso di una vera missione sul pianeta e fornirà dati utili per testare le reazioni fisiche e psicologiche alle limitazioni delle risorse, alle difficoltà comunicative ed eventuali deficit alle apparecchiature, all’isolamento, alla mole di lavoro e a varie situazioni di stress fisico ed ambientale.

Le prove includono anche la simulazione di passeggiate spaziali.

Questo tipo di missioni vengono definite analoghe e riproducono localmente le situazioni che solitamente affrontano gli astronauti nel corso di lunghe missioni spaziali. Le simulazioni avranno luogo secondo un calendario prestabilito:

  • la prima inizierà nell’autunno 2022
  • la seconda nel 2024
  • la terza nel 2025

Sono in corso le candidature su base volontaria per l’inizio della prima missione. I requisiti richiesti agli aspiranti candidati sono:

  • essere cittadini statunitensi o residenti permanenti
  • età compresa tra i 30 e i 55 anni
  • conoscenza fluente della lingua inglese
  • sana e robusta costituzione
  • forte motivazione
  • non fumatori
  • master in una delle discipline STEM, ovvero ingegneria, matematica, biologia, fisica o informatica, rilasciato da un ente accreditato, esperienza professionale STEM minima di due anni o un minimo di mille ore di attività di pilotaggio di un aeromobile
  • in alternativa è prevista la candidatura per laureati in medicina, ufficiali militari con almeno 4 anni di esperienza e candidati in possesso di laurea breve in discipline STEM.

Alla luce dello sviluppo molto prossimo di questi programmi della Nasa è verosimile pensare che il pianeta rosso, con il suo fascino e con tutti i suoi misteri, potrebbe essere una meta molto più vicina del previsto.

Fonte: Meteo Giornale