Narratore della propaganda ISIS accusato dal DOJ

0
481
ISIS: narratore della propaganda accusato dal DOJ

Secondo quanto riportato dal Dipartimento di Giustizia statunitense, le autorità americane hanno arrestato il narratore di propaganda dell’ISIS Mohammed Khalifa. Ad averlo in custodia è ora l’FBI. Tra le accuse rivolte a Khalifa vi è anche quella di aver promosso i reclutamenti nel califfato nero attraverso le traduzioni in lingua inglese della propaganda.  

Narratore della propaganda dell’ISIS accusato dal Dipartimento di Giustizia USA

Il Dipartimento di Giustizia statunitense ha arrestato e accusato un narratore della propaganda ISIS che registrava video di reclutamento in lingua inglese. Le accuse riguardano il suo coinvolgimento nel cospirare per aiutare l’organizzazione terroristica. L’uomo, ora in custodia, è identificato con il nome di Mohammed Khalifa, ed è un 38enne cittadino canadese di origine saudita. Il DOJ ha riferito che le autorità lo hanno trasferito nelle mani dell’FBI. “Attraverso il suo presunto ruolo di primo piano nella traduzione, narrazione e promozione della propaganda online dell’ISIS, Khalifa ha promosso il gruppo terroristico, ha favorito i suoi sforzi di reclutamento in tutto il mondo e ha ampliato la portata dei video che glorificavano gli orribili omicidi e la crudeltà indiscriminata dell’ISIS”. È quanto ha affermato il procuratore ad interim per il distretto orientale della Virginia Raj Parekh.

Quali sono, nello specifico, le accuse rivolte a Khalifa?

Nello specifico, Khalifa avrebbe lavorato con l’ISIS per circa sei anni. La sua collaborazione avrebbe avuto inizio con il suo viaggio in Siria nel 2013 per diventare un combattente straniero. Il suo ruolo era nella sezione media inglese, dove si occupava di tradurre la propaganda. Secondo quanto emerso dalle indagini, Khalifa ha tradotto circa 15 video dell’ISIS. Secondo la denuncia, l’accusato ha narrato dei contenuti incoraggianti “potenziali reclute ad unirsi all’ISIS e a condurre attacchi terroristici contro i non musulmani”. Il portavoce di Global Affairs Canada Jason Kung ha dichiarato che la Royal Canadian Mounted Police è consapevole del fatto che gli USA stanno tenendo in custodia Mohammed Khalifa e che hanno rivolto della accuse a quest’ultimo .


Leggi anche: Attacco aereo di rappresaglia degli USA contro postazioni ISIS-K