Nardò (Lecce) – Muoiono due donne mentre innaffiavano il giardino

0
969

Toccano un filo scoperto mentre allestiscono uno stendipanni e muoiono entrambe folgorate.

La tragedia è avvenuta in mattinata in un’abitazione a Nardò, in via San Giuseppe da Copertino, dove un drammatico incidente domestico è costato la vita a due donne del posto, vicine di casa, Anna Cinzia Cataldi ed Antonia Antonaci, rispettivamente di 46 e 51 anni.

Il dramma si è consumato attorno alle 10. Stando a quando ricostruito , la proprietaria dell’abitazione, da tutti chiamata Cinzia, aveva appena finito di innaffiare il giardino e allestendo uno stendipanni con un grosso cavo d’acciaio, quando ad un certo punto avrebbe toccato un filo scoperto, venendo investita da una fortissima scarica elettrica.

Le sue urla hanno presto attirato l’attenzione della vicina, la Antonaci, chiamata anche Antonella, che tuttavia quando ha toccato l’amica è stata a sua volta investita dalla corrente, avendo messo i piedi nell’acqua. Inutili, purtroppo, i soccorsi del 118: per le due sfortunate non c’era più nulla da fare.

In ospedale è finita anche la figlia della 46enne, una studentessa di 16 anni, a causa di un forte shock emotivo: non ha riportato alcuna conseguenza fisica. Ha riportato ustioni di secondo grado alla mano destra, invece, il marito della 51enne, anche lui investito dalla scarica elettrica quando si è reso conto dell’accaduto ed ha tentato di soccorrere le due donne.

Sul posto, per gli accertamenti di rito, i carabinieri. Le salme delle due vicine di casa, su disposizione del pubblico ministero di turno, sono state trasferite presso la camera mortuaria di Lecce, dove nei prossimi giorni verrà eseguita l’autopsia da parte del medico legale Roberto Vaglio.

Commenti