Al San Paolo, nel primo anticipo della XXXV giornata di serie A, va di scena l’ incontro tra Napoli e Cagliari.

Gli azzurri hanno bisogno di una vittoria per portarsi momentaneamente al secondo posto, che varrebbe champions diretta, in attesa del risultato della Roma.

Il Cagliari non ha nulla da chiedere al campionato e si presenta in Campania per onorare i propri impegni sportivi.

Detto questo, il match non ha il tempo di nascere che già viene tramortito immediatamente. Mertens porta subito in vantaggio il Napoli e indirizza il match, che poi diventa una passerella per il Napoli. Un calcio spumeggiante e divertente. Hamsik sfiora l’ eurogol dai quaranta metri, Mertens prima costruisce due occasioni da gol colossali  poi trova il raddoppio ad inizio ripresa. Doppietta per festeggiare il proprio trentesimo compleanno. Ma non finisce qui, alla festa partecipa anche Lorenzo Insigne, che coglie un cioccolatino offertogli dal belga e si iscrive anch’ egli al tabellina dei marcatori. In fine di partita, arriva il gol della bandiera per il Cagliari, firmato da Farias. 3-1. Tre punti per il Napoli e seconda posizione temporanea.

Partita che non ha avuto molto da dire, se non raccontare il solito sublime calcio del Napoli. Un calcio fatto di fraseggi veloci e meccanismi perfetti. Una squadra che muove la palla così piacevolmente che è un peccato essere giunti quasi a fine campionato e non poterla più ammirare. Quasi. Perché per fortuna la Serie A ancora ha dei capitoli da scrivere e delle decisioni da decretare. Una di queste riguarda proprio gli azzurri e la loro sfida a distanza con la Roma per il secondo posto.

Tabellino:

MARCATORI: Mertens 2′ p.t. e 5′ s.t., Insigne 23′, Farias (C) 47′ s.t.

NAPOLI (4-3-3) Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Ghoulam; Zielinski, Jorginho, Hamsik (dal 24′ s.t. Rog); Callejon, Mertens (dal 32′ s.t. Milik), Insigne (dal 32′ s.t. Giaccherini) (Cabral, Sepe, Maggio, Tonelli, Maksimovic, Allan, Diawara, Pavoletti). All.: Sarri

CAGLIARI (4-4-2) Rafael; Pisacane, Salomon, Bruno Alves, Murru (dal 26′ s.t. Faragò); Isla, Barella, Ionita (dal 23′ s.t. Joao Pedro), Padoin; Borriello, Sau (dal 32′ s.t. Farias). (Crosta, Gabriel, Di Gennaro, Capuano, Deiola, Han, Tachtsidis). All. Rastelli

ARBITRO: Giacomelli di Trieste (Marzaloni-Alassio/Schenone).

NOTE: Spettatori 40mila circa. Ammoniti: Zielinski (N) Recuperi: 1′ p.t., 2′ p.t.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here