NAPOLI GENOA 2-0 ZIELINSKI E GIACCHERINI IN GOAL

0
339
Napoli's midfielder Piotr Zielinski, left, celebrates with his teammate Marek Hamsik after scoring the goal (1-0) during the Italian Serie A soccer match between SSC Napoli and CFC Genoa at San Paolo stadium in Naples, 10 February 2017. ANSA / CESARE ABBATE

Ieri sera si è giocata la prima partita valida per la 24° giornata di Serie A, tra Napoli e Genoa. Il Napoli doveva vincere per riprendere e superare la Roma seconda in classifica, mentre il Genoa cercava di uscire da un momento abbastanza deludente per i vari risultati ottenuti, in quanto ha racimolato solo due punti nelle ultime sette partite.

Sarri schiera il suo Napoli con un 4-3-3 con titolari Maggio e Giaccherini per sostituire gli squalificati Hysaj e Callejon, mentre come centrale difensivo ritrova Koulibaly rientrato dalla Coppa d’Africa. Juric (allenatore genoano) invece opta per un 3-4-3 con Simeone come attaccante centrale per riuscire a permeare nella difesa napoletana.

Il Genoa per i primi venti minuti ha un buon approccio alla partita, facendo schiacciare sempre più il Napoli nella propria area di rigore, ma senza ottenere delle azioni soddisfacenti per portarsi al goal. Al 17′ minuto il Genoa perde per infortunio Gentiletti e al suo posto subentra Orban; più tardi però la squadra ospite perderà anche il suo centrocampista Miguel Veloso e al suo posto entrerà in campo Cataldi, così facendo spostare sempre più la partita della squadra Genoana in salita.

Al 35′ minuto il Napoli si rivede in attacco che con un ottimo passaggio di Zielinski per Insigne, quest’ultimo calcia la palla con un destro velenoso all’incrocio dei pali ma La Manna non si fa sorprendere e la devia in calcio d’angolo. Il primo tempo finisce, con poche azioni ed emozioni, sul punteggio di 0-0.

Il secondo tempo inizia senza nessun cambio, ma la squadra partenopea esce più decisa e agguerrita dagli spogliatoi, infatti al 4′ minuto c’è subito il goal del Napoli con Zielinski, l’azione inizia da un eccellente Mertens che si scarta gran parte dei difensori sulla fascia sinistra del campo fino a riuscire a mettere in mezzo un cross, ribattuto dalla difesa Genoana, ma Zielinski riesce a intercettare il rinvio e con un tiro a giro riesce a battere La Manna e a portare in vantaggio il Napoli.

Con questo avvio il Napoli si fa ancora più offensivo con ottime ripartenze di Mertens sulla fascia, infatti al 22′ minuto arriva il 2-0 della squadra di Sarri sempre per opera di Mertens che sempre sulla fascia riesce a superare il difensore e a servire nel centro dell’area Giaccherini che ormai solo davanti alla porta non può sbagliare portando così la sua squadra sul doppio vantaggio.

Unico tiro in porta del Genoa del secondo tempo avviene per opera di Hiljemark con un colpo dalla distanza che però finisce centrale senza provocare problemi a Reina.

A questo punto della partita Sarri, con il pallino del gioco in mano, decide di cambiare i protagonisti delle azioni che hanno portato ai goal i suoi uomini, quindi al 28′ fuori Giaccherini e dentro Rog e più tardi fuori Hamsik dentro Allan e Mertens dentro Pavoletti, quest’ultimo gioca gli ultimi minuti di partita proprio contro la sua ex squadra. Ultima azione della partita è sempre per opera del Napoli, dove Ghoulam calcia una punizione quasi perfetta, ma ancora una volta La Manna è reattivo e riesce a mandarla in calcio d’angolo.

La partita finisce sul risultato di 2-0, il Genoa non riesce più a vincere portando a 8 le sue gare senza vittoria, facendo aprire ancor di più una crisi già iniziata qualche settimana fa, mentre il Napoli invece grazie a questa vittoria si porta al secondo posto in classifica superando la Roma di un punto; la squadra partenopea prima di questa partita aveva subito goal per sette partite consecutive e grazie a questa gara riesce a mettere una fine a questo record negativo.

Ed ora per la squadra di Sarri solo testa a mercoledì sera, che al Santiago Bernabeu si troverà davanti il Real Madrid di Cristiano Ronaldo, partita d’andata valida per gli ottavi di Champions League.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here