Napoli-Atalanta 3-1: gli azzurri conquistano i tre punti in rimonta

0
493

Nella gara della seconda giornata di Serie A, il Napoli batte per 3-1 l’Atalanta al San Paolo e conquista la seconda vittoria in altrettante gare di campionato con lo stesso risultato con cui nella prima aveva superato l’Hellas Verona in trasferta. Stavolta, però, gli azzurri hanno dovuto sudare più del dovuto per portare a casa i tre punti, passando in svantaggio nel primo tempo a causa di un gol di Cristante e riuscendo a concretizzare la rimonta soltanto nella ripresa, grazie alle reti di Zielinski, Mertens e Rog. I partenopei, dunque, tornano a vincere contro i bergamaschi dopo poco più di un anno e mezzo: l’ultimo successo ai danni degli orobici, infatti, risaliva al 2 maggio 2016 (doppietta di Higuain e gol di Freuler per il 2-1 finale), mentre l’anno scorso gli azzurri persero sia all’andata (1-0, a segno Petagna) che al ritorno (2-0, doppietta di Caldara). Per la squadra di Gasperini inizio piuttosto in salita, con la seconda sconfitta di fila dopo quella casalinga per 1-0 con la Roma.

PRIMO TEMPO – Out Hysaj per squalifica, Sarri schiera Maggio sulla corsia di destra in difesa. In mezzo al campo, invece, spazio a Zielinski in luogo di Allan. Gasperini, dal canto suo, punta su Ilicic, che parte dal primo minuto al posto di Kurtic. Dopo un quarto d’ora di gioco i bergamaschi passano in vantaggio, anche quest’anno sugli sviluppi di un corner: Cristante supera Maggio in elevazione e beffa Reina di testa, sbloccando il punteggio e firmando il suo gol numero quattro con la maglia nerazzurra, il quinto in Serie A in carriera. Nel finale del primo tempo Reina respinge un tiro potente dalla distanza di Ilicic, Maggio salva su un tentativo di Toloi e il portiere spagnolo viene chiamato nuovamente in causa, stavolta in occasione di un colpo di testa di Hateboer su cross di Gomez, rispondendo presente. La prima frazione si conclude sull’1-0 per l’Atalanta, con il Napoli che non riesce ad esprimere appieno il suo potenziale in virtù della grande solidità degli ospiti.

SECONDO TEMPO – In avvio di ripresa Gasperini richiama Petagna, inserendo De Roon per passare ad un più difensivo 3-5-2. La mossa attuata dal tecnico piemontese, però, si rivela tutt’altro che efficiente e la reazione del Napoli viene premiata dopo poco più di dieci minuti: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Palomino allontana di testa, Zielinski controlla di petto e lascia partire un gran destro da fuori area che fulmina Berisha. Poco dopo esce Hamsik ed entra Allan, che dopo circa tre minuti dal suo ingresso in campo manda in porta Insigne con un gran lancio: il numero 24 serve Mertens di testa, con il belga che realizza di prima il suo primo gol in questo campionato, facendo passare il pallone sotto le gambe di Berisha. Gasperini prova a giocarsi le sue carte e fa entrare in campo Kurtic al posto dell’autore del momentaneo vantaggio Cristante, con lo sloveno che mette i brividi a Reina con un sinistro potente da posizione ravvicinata su assist di Gomez terminato di poco fuori. Tra le file del Napoli entrano anche Diawara e Rog, che rilevano rispettivamente Jorginho e Zielinski. Gli azzurri vanno vicini al definitivo 3-1 con Mertens, che spara alto con il destro dopo aver fatto secco un avversario in velocità, quindi chiudono la gara con il primo gol all’ombra del Vesuvio di Rog, ben assistito dallo stesso Mertens. Il copione si ribalta ed è il Napoli stavolta a fare la voce grossa con l’Atalanta: finisce 3-1 per i partenopei, attualmente a punteggio pieno dopo due giornate. A fine gara applausi del pubblico del San Paolo per Reina, che si commuove salutando i tifosi: il portiere spagnolo è stato accostato al Paris Saint-Germain ma ha ancora un contratto con gli azzurri fino a giugno.

NAPOLI-ATALANTA 3-1

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (dal 74′ Rog), Jorginho (dal 66′ Diawara), Hamsik (dal 58′ Allan); Callejon, Mertens, Insigne. A disp: Rafael, Sepe, Mario Rui, Giaccherini, Muslimovic, Chiriches, Ounas, Tonelli, Milik. All. Sarri

ATALANTA (3-4-3): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer (dall’80’ Cornelius), Cristante (dal 63′ Kurtic), Freuler, Gosens; Ilicic, Petagna (dal 46′ De Roon), Gomez. A disp: Rossi, Gollini, Vido, Caldara, Spinazzola, Castagne, Mancini, Haas, Orsolini, Schmidt. All. Gasperini.

Marcatori: 15′ Cristante (ATA), 56′ Zielinski, 61′ Mertens, 87′ Rog (NAP).

Ammoniti: 54′ Koulibaly (NAP), 77′ Kurtic, 90’+1 De Roon (ATA).

Arbitro: Marco Di Bello di Brindisi.

Commenti