Myanmar: arrestata l’ex ambasciatrice britannica

0
535
Myanmar: si aggrava la crisi economica

Myanmar: arrestata l’ex ambasciatrice britannica Vickie Bowman, e suo marito, Htein Lin, un alto ufficiale militare. Vicky Bowman è stata ambasciatrice in Myanmar tra il 2002 e il 2006.

Myanmar: arrestata l’ex ambasciatrice britannica. Perche?

Le autorità del Myanmar hanno arrestato mercoledì, Vicky Bowman, l’ex ambasciatrice britannica che attualmente dirige il Myanmar Center for Responsible Business (MCRB), e suo marito, Htein Lin. Artista birmano ed ex prigioniero politico. Vicky Bowman, e suo marito sono stati fermati a Yangon. La capitale economica del Paese. Al centro di violenti conflitti dopo il colpo di Stato dell’1 febbraio 2021. Accusati di presunta violazione delle leggi sull’immigrazione. Un reato che prevede un massimo di cinque anni di carcere. Dal colpo di Stato che ha rovesciato la leader civile Aung San Suu Kyi, l’esercito al potere ha condotto una sanguinosa repressione contro i suoi oppositori. Secondo il gruppo di attivisti Assistance Association for Political Prisoners, più di 15.000 persone sono state arrestate e 12.119 rimangono in detenzione. Il Myanmar è nel caos politico ed economico da quando i militari hanno rovesciato un governo eletto all’inizio del 2021.

Legami tesi con il Regno Unito

I legami tra il Regno Unito e il Myanmar si sono inaspriti dal colpo di stato del 2021. Tuttavia la detenzione della signora Bowman e di suo marito arriva quando il Regno Unito ha annunciato ulteriori sanzioni contro le società legate all’esercito del Myanmar. Il governo del Regno Unito ha sanzionato diverse società e individui legati ai militari, in seguito alla presa di potere dell’esercito lo scorso anno. Che ha innescato rivolte di massa e una sanguinosa repressione del dissenso. Mentre giovedì, il Regno Unito ha annunciato nuove sanzioni alle società, per aver contribuito a raccogliere fondi per i militari durante la repressione del 2017. Contro la minoranza Rohingya, per lo più musulmana.

Leggi anche – Strage in Myanmar: morti due operatori di Save the Children

Serbia rifiuta base militare russa: amplierà la cooperazione con la NATO