Musei militari italiani: apre la Cittadella torinese per Kahlo

Inaugurata a Torino la mostra di Frida Kahlo allestita al Mastio della Cittadella che riapre al pubblico

0
297

Apre al pubblico sabato 1 ottobre al Museo Storico Nazionale d’Artiglieria all’antico Mastio della Cittadella, la mostra Frida Kahlo  Il Caos Dentro. L’esposizione della grande pittrice messicana scomparsa 67 anni fa, prodotta da Navigare srl, rappresenta il primo Progetto di valorizzazione da parte di Difesa Servizi S.p.A.. Un’iniziativa che rende fruibile al cittadino l’importante patrimonio storico – culturale dei Musei militari italiani.


 Mastio della Cittadella di Torino valorizza le collezioni


La mostra di Frida Kahlo permette di valorizzare il Mastio della Cittadella, inserito nella lista dei Musei militari italiani?

La Cittadella di Torino apre al pubblico e quindi rende fruibili le collezioni al suo interno e rende fruibili gli spazi della struttura difensiva. Ieri alla presenza del Generale di Divisione Mauro D’Ubaldi, Comandante della formazione e della scuola di applicazione dell’Esercito, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della mostra. Quindi gli intervenuti hanno svelato i contenuti dell’esposizione disposta su oltre 3.000 metri quadri, occupando tre piani della fortezza sabauda. Hanno partecipato anche Luca Andreoli, Direttore Generale di Difesa Servizi Spa e il Console del Messico Alessandra Giani. Era presente pure Gerardo Demo, Direttore del Museo Mastio della Cittadella.

La mostra allestita in una sede dei Musei militari italiani

Il Curatore dell’esposizione, Vincenzo Sanfo, parla dell’esposizione. “La mostra al Mastio della Cittadella, un luogo magico per la città di Torinoracconta tutto il percorso della vita di Frida Kahlo attraverso una serie di opere uniche, straordinarie. Il dipinto realizzato nel 1938, La ragazza con l’aeroplano, un’opera particolare e di grande significato nella storia dell’artista. Presenta anche i rapporti con Massimiliano d’Austria, la rivoluzione messicana, gli abiti, la vita, la storia, gli amori di una delle icone del nostro tempo”.

Le sezioni dell’esposizione allestita nella sede dei Musei militari italiani

Si sono occupati del progetto Vincenzo Sanfo, Maria Rosso, Antonio Toribio Arévalo Villalba, Milagros Ancheita, Alejandra Matiz e Sergio Uribe. La mostra presenta per la prima volta un’innovativa area multimediale divisa in 4 sezioni tematiche. La colonna spezzata con installazione in 3D, Il viaggio infinito con nature morte e ritratti, Querido doctorcito, proiezione olografica di Frida in scala reale. Infine, Frida privata, selezione di fotografie stereoscopiche che vedono protagonista l’artista negli aspetti più intimi della sua quotidianità, ritratta dal celebre gallerista d’arte americano Julien Lévy. Conobbe la creativa a New York, diventandone amante negli anni ’30.  

Le opere da vedere

Frida Kahlo – Il Caos Dentro raccoglie riproduzioni di numerosi dipinti custoditi soprattutto nei musei di Città del Messico e di New York. Presenta anche un’opera originale dell’artista, il delicato autoritratto Piden Aeroplanos y les dan Alas de Petate (1938). Preziosa è anche la sezione fotografica nella quale si segnalano gli scatti del noto fotografo colombiano, Leo Matiz, intimo amico della donna. Ci sono i lavori realizzati da celebri “sguardi” del suo tempo: Nickolas Muray, Carl Van Vechten, Lucienne Bloch, Imogen Cunningham. Lola Álvarez Bravo ha realizzato una particolare immagine di Frida Kahlo sul letto di morte. La mostra sarà aperta fino al 26 febbraio dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 19.30 e sabato, domenica e festivi dalle 9.30 alle 21.