Murray T.50: Franchitti la mette alla prova (video)

A Goodwood l'ex campione IndyCar ha girato sulla versione quasi definitiva della hypercar di Gordon Murray

0
350
murray automotive T.50

A Goodwood, Gordon Murray ha esaudito in parte il sogno di una vita. Il 16 e 17 ottobre, in occasione del Members’ Meeting, l’ex pilota Dario Franchitti ha messo alla frusta una versione quasi definitiva della Murray T.50. Il quattro volte campione IndyCar ha messo alla prova la hypercar progettata e costruita dall’ingegnere anglo-sudafricano, la quale ha lo scopo d’incarnare lo spirito della guida sportiva allo stato puro. Un video onboard, pubblicato dalla stessa azienda costruttrice, ci da l’idea delle doti dinamiche (e del sound) della creatura dell’ex progettista di F1.


Murray Automotive T.50: il battesimo del fuoco


Murray T.50: come va la prova di Franchitti?

Il video, che vi proponiamo qui sotto, mostra l’on board di Franchitti, che la spinge per un paio di giri dimostrativi. La pista prescelta è l’impianto permanente di Goodwood, nel quale gli organizzatori del Festival of Speed organizzano spesso e volentieri gare ed esibizioni di auto storiche. In una cornice quasi amarcord, Dario parte con un giro “d’installazione”, giusto per assaggiare la macchina e la pista. Ma già dopo la seconda tornata spinge a fondo, facendo cantare il V12 a 11.500 giri. Il pilota compie anche un terzo giro, anche questo abbastanza spinto. Si nota nelle riprese un’impostazione di guida molto simile alla McLaren F1, una delle creature più celebri di Gordon Murray. L’ultimo giro, quello che pone fine alla prova, è quello di rientro. Nelle immagini si vede chiaramente Franchitti che accenna ad un sorriso. Gli piace proprio quest’auto!

Identikit di auto e pilota

Nata dal genio creativo di Gordon Murray, la T.50 incarna lo spirito della guida allo stato puro. La monoscocca in carbonio accoglie, in posizione centrale, un V12 aspirato da 4 litri, che eroga la bellezza di 663 CV. La potenza è scaricata a terra dalle sole ruote posteriori, con un cambio manuale a sei marce a fare da tramite. Con un peso di soli 986 Kg, la T.50 ha un rapporto peso/potenza di 672 CV per tonnellata, sufficiente per divertirsi e “fare il tempo” in pista. Il tester d’eccezione è George Dario Marino Franchitti. Classe 1973, questo scozzese di origine italiana ha raccolto successi nelle corse. Dopo i primi trascorsi nel DTM, dal 1995 al 1996, Dario si è trasferito in America, dove si è costruito un nome. Vice campione CART nel 1999,vi è rimasto fino al 2002, quando è passato in IRL. Con team di livello come Ganassi e Andretti, Dario ha conquistato quattro titoli (2007, 2009, 2010, 2011). Un gravissimo incidente a Houston nel 2013 lo ha costretto al ritiro. Oggi Dario fa il consulente per il team di Chip Ganassi, e collabora con la Gordon Murray Automotive in veste di ambasciatore e test driver.