Muore lanciandosi dal palazzo: colpisce mamma che passava col bimbo

0
127
Muore lanciandosi dal palazzo

Muore lanciandosi dal palazzo e colpisce mamma che passava col bimbo nel passeggino

Muore lanciandosi dal palazzo: Nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi medici, per l’uomo purtroppo non c’è stato nulla da fare. Soccorsa e medicata invece la donna travolta, una 35enne che fortunatamente è rimasta ferita in maniera non grave, illeso il piccolo che era con lei e che non è stato coinvolto direttamente nell’impatto.

Terribile tragedia poco fa tra le strade di Quartu Sant’Elena, nella città metropolitana di Cagliari, dove un uomo è morto dopo essersi lanciato da un palazzo colpendo anche una donna che proprio in quel momento stava passando sul marciapiede sottostante con il figlioletto piccolo nel passeggino. L’episodio si è consumato nella mattinata di oggi, martedì 20 luglio, intorno alle 10.30. Secondo le prime informazioni l’uomo si sarebbe lanciato volontariamente nel vuoto dal settimo piano di un palazzo in via Marconi, all’angolo con via Rosas, travolgendo però in parte la donna col passeggino che passava proprio sotto in quel momento.

Dopo l’allarme lanciato dai passanti, sul posto sono accorse immediatamente le ambulanze 118 e le forze dell’ordine e la strada è stata chiusa. Nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi medici per l’uomo purtroppo non c’è stato nulla da fare e i sanitari ne hanno potuto dichiarare solo il decesso sul posto. La vittima è un 56enne che pare soffrisse di crisi depressive. 

Soccorsa e medicata invece la donna travolta, una 35enne che fortunatamente non è stata travolta in pieno ed è stata poi trasportata in ambulanza in ospedale. La signora è rimasta ferita ma non sarebbe grave: dalle prime notizie si parla di fratture agli arti inferiori ma sono in corso gli accertamenti clinici del caso al Policlinico di Cagliari dove la donna è stata trasportata. Salvo e illeso invece il bimbo nel passeggino che era con lei e che è stato affidato ora alla nonna: il piccolo, che ha sei mesi di vita, non è stato coinvolto direttamente nell’impatto e non ha avuto bisogno di cure mediche.