Entusiasmanti sino alla fine, le qualifiche del Gran Premio motogp della Repubblica Ceca, decise a tempo già scaduto.

Pole position conquistata dall’italiano Andrea Dovizioso alla guida della sua ducati desmosedici, con il tempo di 1.54.689.

Subito dietro il connazionale 9 volte campione del mondo, Valentino Rossi,che dopo una sessione abbastanza sofferta sino agli ultimi istanti , conquista la seconda posizione in griglia fermando il cronometro sul tempo di 1.54.956 a 217 millesimi di secondo dal miglior tempo del ducatista.

Terza piazza in griglia conquistata da Marq Marquez, pilota spagnolo della Honda, leader della classifica mondiale con 272 millesimi di ritardo dal Dovi e solo 5 millesimi di secondo dalla seconda posizione di Valentino.

Apre la seconda fila dello schieramento Jorge Lorenzo, seguito da Crutchlow e dall’italiano Danilo Petrucci.

In decima posizione troviamo la seconda Honda ufficiale di Daniel Pedrosa che chiude a 785 millesimi dal leader e che apre la quarta fila della griglia di partenza, chiusa da Maveric Vinales, in sella alla sua yamaha m1, notevolmente attardato rispetto a Rossi ,compagno di squadra.

Interviste al parco chiuso per i primi tre piloti, con Valentino Rossi, soddisfatto dalla propria prestazione, che rimarca la competitività su questo tracciato della propria moto, soprattutto nel giro secco.

Importantissimo per il pilota di Tavullia, partire dalla prima fila, soprattutto guardando alla scelta molto complicata dello pneumatico da utilizzare domani in gara.

molto soddisfatto, ovviamente, il poleman Dovizioso, che ha un grande feeling con la moto, da tutto il weekend e che come Valentino è molto concentrato sull’incognita mescola da utilizzare, tenendo conto delle elevate temperature dell’asfalto.

Marc Marquez elogia il lavoro di Dovizioso, soprattutto in modalità passo gara, forte anche della propria buona condizione mostrata sin da ieri e confermata nelle fp4 di oggi, impiegate in ottica simulazione di gara.

Si preannuncia dunque una gara particolarmente agguerrita per domani, nella quale un ruolo preminente sarà sicuramente da attribuire alla scelta gomme ed al loro comportamento in gara, con le incognite temperatura e degrado.

 

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here