Stefano Schirato con 25 scatti denuncia la condizione della TERRA DEI FUOCHI e il conflitto uomo-pianeta

Un inno alla pace, alla tolleranza, alla giustizia e alla solidarietà: questo è il tema che ricorre il 2 ottobre, giornata in cui ricorre l’anniversario di nascita di Mahatma Gandhi, l’emblema della non violenza. La data è stata promossa dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 15 giugno 2007 e celebrata per la prima volta il 2 ottobre 2007.

Per il suo significato allegorico, il 2 ottobre 2018 è stato scelto come giorno per promuovere la mostra fotografica di Stefano Schirato a Milano in via Palmanova, 69.  A finanziare il progetto d’impatto sociale è la GUNA, azienda farmaceutica italiana che dal 1983 sviluppa proposte terapeutiche d’avanguardia e leader nazionale nella medicina dei bassi dosaggi, da molti anni impegnata in manifestazioni di questo genere, che coinvolgono i dipendenti.

“Terra Mala” è il nome del volume che riporta gli scatti sconcertanti del fotoreporter italiano, già dal titolo è possibile comprendere l’emozioni, tutt’altro che positive, che queste immagini scatenano nello spettatore: il crudo spettacolo di una terra in cui non vi è più rispetto per il mondo. Schirato ritrae le situazioni quotidiane di donne, bambini, anziani e uomini nell’area che raccoglie 55 comuni tra le province di Napoli e Caserta.

Lo scopo della mostra è di illustrare le condizioni odierne di un luogo minacciato dall’ecomafia, sede di rifiuti tossici illegali trasferiti negli ultimi 30anni, che agiscono in modo negativo sull’ambiente circostante, l’allevamento e lo stato di salute delle popolazioni.

Alessandro Pizzoccaro, Presidente del CdA di GUNA, sottolinea l’importanza di questo messaggio e dell’universalità che deve avere, rendendo gratuito l’ingresso della mostra aperta al pubblico dal 2 ottobre 2018 al 23 dicembre 2018, dalle ore 8:30 alle ore 17:00. Un appuntamento con le proprie coscienze, con la realtà, un incontro sociale ma anche la possibilità di vedere il lavoro compiuto di un grande artista: Stefano Schirato  è  difatti una figura di rilievo internazionale, il cui nome è già di prestigio grazie al reportage riguardo la “zona rossa” di Chernobyl ed anche per il aver collaborato con testate come New York Times, CNN, Vanity Fair, Al Jazeera, Le Figaro e National Geographic.

Accanto a questo eccezionale personaggio  saranno presenti:

Giangi Milesi, Networking & Relations, Past President – Cesvi Fondazione Onlus

Colonnello Massimiliano Corsano,  Comandante del Gruppo Tutela Ambientale dei Carabinieri.

 

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here