Moselle Sud è Riserva della biosfera Unesco

I promotori della candidatura puntano su agroecologia, ecoturismo e ricerca scientifica

0
494
Moselle Sud
Istituita la Riserva della biosfera di Moselle Sud (immagine di Peter H da Pixabay)

Nelle valli della Saar e della Seille c’è un’area in cui realizzare progetti di conservazione dell’ecosistema e introdurre l’agroecologia. Il territorio di Moselle Sud ha ottenuto il riconoscimento Unesco di Riserva della biosfera.


Risorse naturali 2021: un super metabolismo insostenibile


Quali sono le caratteristiche della Riserva Moselle Sud?

Una zona in cui convivono diversi ecosistemi e paesaggi, dalle aree umide alle foreste fino ai terreni a coltivo. La flora e la fauna della regione hanno le caratteristiche della zona temperata con boschi di latifoglie e animali selvatici, lontre, cerbiatti e aironi. Hanno sostenuto la candidatura il Comune di Sarresbourg Moselle Sud e il Polo di equilibrio territoriale e rurale. Ha collaborato anche il Parco naturale regionale della Lorena. Una riserva che si estende per 1.400 chilometri quadrati, raggiungendo i Vosgi.

In Francia una zona in cui praticare l’agroecologia

La Riserva della biosfera della Mosella meridionale nasce in seguito alla svolta green dei Governi mondiali. Considerando lo sfruttamento delle risorse e la capacità della Terra di rinnovarsi, i politici cercano di ridurre l’impatto ambientale. L’agroecologia è pertanto considerata un’opzione fattibile, basata su coltivazioni adeguate al contesto naturale. I promotori della candidatura Unesco di Sarresbourg puntano all’ecoturismo che valorizza gli aspetti paesaggistici. I visitatori sono anche incentivati a scegliere i prodotti locali. L’area è un territorio in cui realizzare progetti di ricerca scientifica per introdurre colture biologiche. A pochi giorni dalla notizia del riconoscimento, le Istituzioni hanno già individuto 70 progetti da realizzare.

La Riserva della biosfera della Mosella meridionale

Moselle Sud è la quindicesima riserva naturale che l’Unesco ha istituito in Francia, la seconda in Lorena, dopo i Vosgi settentrionali nel 1989. Pertanto la nascita dell’area ecologica a Sarrebourg non compromette lo sviluppo economico, anzi è un’opportunità di crescita. Gli Enti che hanno aderito al progetto vogliono sensibilizzare i giovani alla salvaguardia del Pianeta.