Xi Jinping: Putin è il mio ‘migliore amico’

Nella sua visita a Mosca, il presidente cinese manifesta la sintonia con Putin su diversi temi: Iran, Medio oriente, Venezuela. Rafforzata la cooperazione per la via dell’Artico. Un contratto per la Huawei, colpita da sanzioni Usa.

Mosca (AsiaNews/Agenzie) – Il presidente cinese Xi Jinping ha descritto Vladimir Putin come il suo “migliore amico”. Xi è in Russia per una visita di 3 giorni in occasione dei 70 anni di rapporti diplomatici fra i due Paesi.

In una conferenza stampa ieri, egli ha detto che in tutti questi anni “il presidente Putin è il collega straniero con cui ho avuto più contatti in modo estensivo. Egli è il mio migliore amico e apprezzo in modo enorme la nostra amicizia”. La sottolineatura sembra fare da pendant alle affermazioni spesso ripetute da Donald Trump, secondo il quale Xi è “un buon amico”.

Con Putin Xi ha parlato di tante cose, fra cui “letteratura, arte e sport”, ma è anche emersa un’alleanza su diversi punti, come Iran e Medio oriente, che mettono tale amicizia in opposizione agli Stati Uniti. “Con le sanzioni unilaterali e l’estrema pressione imposte dagli Usa sull’Iran – ha detto Xi – le tensioni sulla questione nucleare iraniana e sull’intero Medio oriente sono divenute preoccupanti… Cina e Russia condividono una visione altamente unificata sul nucleare iraniano, ed entrambi speriamo che tutte le parti coinvolte rimangano ragionevoli e calme, rafforzando il dialogo e la consultazione per ridurre le tensioni”.

Per Xi vi è sintonia (anti-Usa) anche su Venezuela (no a interferenze straniere) e sulla lotta al terrorismo islamico in Asia centrale (e Xinjiang).

Da parte sua, Putin ha confermato che “le posizioni di Russia e Cina su questioni chiavi e globali sono simili o coincidono… Esse hanno raggiunto un altissimo – e senza esagerare – un alto livello senza precedenti”.

Fra i frutti del colloquio vi è un rafforzamento del programma sulla Via del Mare del Nord, con la costruzione di porti per attraversare l’Artico e un contratto con la Huawei per sviluppare una rete 5G in Russia. L’accordo potrà offrire un sostegno al gigante tecnologico cinese che negli ultimi mesi è stata bandita dagli Usa come un pericolo per la sicurezza nazionale.

Oggetti di sanzioni e pressioni da parte degli Usa, i due Paesi rafforzano la loro collaborazione. Nel 2018 il commercio Cina-Russia è cresciuto del 25% arrivando a 108 miliardi di dollari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here