Mosca – Presidente Putin vuole l’intervento delle forze speciali combattere l’emergenza

0
400

Il presidente russo Vladimir Putin ha dato istruzioni al ministero della Difesa di formulare una serie di proposte per l’impiego delle forze speciali nell’azione di contrasto al Covid-19.

Lo rende noto il Cremlino, ripreso dai media russi. Il dicastero della Difesa, stando a quanto riferito dalla presidenza, avrà fino al 22 aprile per presentare le proposte in materia. Putin ha inoltre dato mandato al governo della Federazione di fornire con urgenza previsioni sul numero di cittadini russi che potrebbero contrarre il coronavirus, in report quotidiani. Nel corso di una riunione avuta ieri sull’emergenza Covid-19 e la riconversione di medici ed istituzioni sanitarie, Putin ha affermato che il picco del contagio da coronavirus in Russia non è stato ancora superato. 

“I rischi associati alla diffusione dell’epidemia sono ancora molto elevati, il picco non è ancora stato superato, il numero di casi è in aumento e non solo a Mosca, ma anche in molte altre regioni della Federazione”, ha dichiarato Putin. L’intero programma per la costruzione dei 16 centri medici nelle regioni annunciati in precedenza sarà completato in tempo. “Il ministero della Difesa ha anche risorse umane e organizzative serie. E non ho dubbi che l’intero programma del dicastero per creare 16 centri medici sarà completato nei tempi prestabiliti”, ha assicurato il presidente russo. 


Il capo dello Stato ha indicato nello specifico le regioni di Vladimir e Komi come principali focolai di contagio
. “Oggi sentiremo il governatore della regione di Vladimir: la regione sta affrontando una difficile situazione epidemica e ci sono problemi con l’organizzazione delle cure mediche”, ha dichiarato Putin. “La Repubblica di Komi è un focolaio pericoloso dell’epidemia, vi chiedo di valutare l’adeguatezza delle misure applicate per localizzarlo, tanto più che il nuovo governatore della regione, Vladimir Uyba, capisce bene tutti questi problemi, avendo guidato l’Agenzia federale medica e biologica per molti anni. Sentiremo anche i governatori di diverse altre regioni”, ha detto Putin. 


In Russia il numero totale di casi è superiore alle 32 mila persone; in totale sono morti 273 pazienti con coronavirus e 2590 hanno superato la malattia
. La percentuale di russi asintomatici identificati è aumentata dal 10-20 per cento al 45-50 per cento, ha affermato il direttore del Servizio federale per la tutela dei consumatori (Rospotrebnadzor), Anna Popova. “Se due settimane fa nel numero totale degli infetti, le persone senza sintomi erano del 10-12 , massimo 20 per cento, negli ultimi giorni la percentuale di tali persone è stata del 45- 50 per cento. Si tratta di una cifra importante e significativa che mostra l’attività di rilevamento di persone infette nella Federazione Russa. Allo stesso tempo la percentuale di polmonite non sia praticamente in crescita “, ha detto Popova. 

Attualmente l’80 per cento dei pazienti con Covid-19 in Russia ha meno di 60 anni. “Nella struttura per età di coloro che oggi registriamo come infetti, l’80 per cento sono persone con meno di 60 anni, il 5 per cento sono bambini, e solo il 15 per cento ha più di 60 anni”, ha aggiunto Popova, chiarendo che si tratta di cifre significative, dal momento che indicano che la generazione più anziana in Russia oggi è ampiamente protetta. “Mentre sono a casa e isolati, non si ammalano”, ha sottolineato il direttore di Rospotrebnadzor.

/

Commenti