Mosca bandisce sette britannici dalla Russia

0
239
Mosca bandisce sette britannici dalla Russia

Mosca bandisce sette rappresentanti britannici dalla Russia. Il ministero degli Esteri russo ha affermato che la decisione è una rappresaglia alle sanzioni britanniche imposte a sette funzionari russi per l’avvelenamento dell’oppositore Aleksej Navalny.

Perché Mosca bandisce sette britannici dalla Russia?

Mosca ha annunciato che vieterà a sette rappresentanti britannici di entrare nel Paese come rappresaglia alle sanzioni britanniche imposte contro l’avvelenamento dell’oppositore russo Aleksej Navalny. Lo scorso agosto, il governo britannico ha sanzionato sette funzionari russi coinvolti nell’avvelenamento di Navalny. I funzionari sanzionati sono tutti membri del servizio di sicurezza interno russo (FSB) accusati di aver pianificato o portato a termine l’attacco contro Navalny.

Il ministero degli Esteri russo ha affermato: “In risposta alle azioni ostili di Londra e sulla base del principio di reciprocità, il governo ha deciso di imporre sanzioni personali contro un numero proporzionato di rappresentanti britannici che sono strettamente coinvolti in attività anti-russe. A loro è stato vietato l’ingresso nel territorio della Federazione Russa“. Mosca ha poi accusato Londra di voler continuare a seguire un “corso distruttivo” nei rapporti bilaterali.


Leggi anche: Russia minaccia di schierare missili nucleari a medio raggio

Russia offre a USA e NATO un “trattato di pace”