Morto Christopher Tolkien il figlio del titano del fantasy

Morto il terzo figlio di J.R.R. Tolkien, quello che maggiormente lo seguiva e ispirava.

0
320

All’età di 95 anni si spegne Christopher, il terzo e più giovane figlio del noto scrittore fantasy J.R.R. Tolkien. Ne dà la notizia il sito della Tolkien Society, il circolo fondato per onorare la vita come accademico e le opere dell’indiscusso re del fantasy.

J.R.R. Tolkien, che solo qualche settimana fa avrebbe compiuto 128 anni, è stato l’unico che è riuscito a tenere attaccato, ad ogni singola pagina dei suoi infiniti libri, milioni di lettori, sia nel passato che ora. E stiamo parlando di libri celeberrimi come Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit.

Leggi dell’anniversario del suo compleanno.

J.R.R. Tolkien e l’incredibile somiglianza col figlio Christopher

Christopher, terzo ed ultimo dei figli di J.R.R., si è spento in Francia, dove abitava con la seconda moglie, dalla quale ha avuto il figlio Simon anche lui noto romanziere contemporaneo. Una famiglia cresciuta a pane e letteratura.

Un’infanzia, la sua, segnata dal Signore degli Anelli come se fosse una realtà virtuale o parallela. Mentre i bambini solitamente si sentono raccontare le favole della buona notte, a Christopher, suo padre raccontava delle terre di mezzo, di Bilbo Baggins e dell’anello da recuperare. Si dice che Christopher abbia dato parecchi spunti e idee per il libro, che il padre ha poi usato effettivamente e che ancor oggi leggiamo,

Christopher come il padre ha seguito una carriera accademica insegnando inglese al New College di Oxford dal 1964 al 1975. Primo fra tutti i lettori del celeberrimo genitore si è anche dedicato per gran parte della sua vita a riorganizzare e completare il materiale paterno con delle edizioni postume.

Particolarmente noto per essere contro l’edizione cinematofrafica dei libri del padre, si è battutto per disconoscere che le pellicole contengano l’anima del genitore, rilasciando delle intreviste molto dirette a proposito. Si ricorda soprattutto quella del 2012 a Le Monde, dove a proposito della realizzazione cinematografica del Signore degli Anelli ha detto con testuali parole:

“Hanno smembrato il libro facendolo diventare un action-movie per ragazzi tra i 15 ed i 25 anni”.

Per noi che abbiamo letto il libro: come possiamo dargli torto? D’altronde la bagarre è meglio il libro o il film è una delle più vivide e sempre accese.

Diciamo addio un ulteriore pezzo dell’anima Tolkien. Ci riproporremo di leggere il libri del nipote che sono reperibili al https://www.simontolkien.com/.

Commenti