Moria: dopo l’incedio nel campo profughi, migliaia i migranti in fuga

0
486
Moria incendio campo profughi sull'isola di Lesbo

Evacuato il campo profughi di Moria nell’isola greca di Lesbo a seguito di un incendio divampato in più punti per ragioni ancora da chiarire. La struttura al momento accoglie circa 12.700 richiedenti asilo, quattro volte superiore rispetto alla sua reale capienza.

Lesbo (Grecia) – MFS dramma dei bambini malati nei campi profughi .. “Negate le…

Evacuata parzialmente l’Isola di Lesbo dopo l’incendio nel mega campo profughi. Ancora non si conoscono le cause

Moria il più grande campo profughi d’Europa sta andando a fuoco. L’isola di Lesbo sulla quale si trova è stata parzialmente evacuata. Secondo quanto dichiarato dai vigili del fuoco ci sono stati “incendi sparsi” sia fuori che dentro il campo. Tutto quello che si sa sull’incendio è che la causa è sconosciuta. I media locali hanno sollevato l’ipotesi che si tratti di una forma di protesta contro il lockdown imposto a tutto il campo per ridurre le possibilità di contagio da Covid-19. Le autorità greche hanno smentito questa teoria. I vigili del fuoco accorsi secondo alcuni resoconti avrebbero incontrato alcune resistenze durante i soccorsi. Attualmente non risultano feriti, ma sarebbero in migliaia i migranti in fuga dalla struttura. 

“Il fuoco si è diffuso all’interno e all’esterno del campo e lo ha distrutto … Ci sono più di 12.000 migranti sorvegliati dalla polizia su un’autostrada”, ha dichiarato il sindaco della città principale dell’isola alla radio privata Skai Stratos Kytelis. La commissaria europea Ylva Johansson ha fatto sapere tramite Twitter che sono in miglia gli immigrati in fuga dal campo dopo l’incendio. La commissaria ha poi aggiunto  “Ho già accettato di finanziare il trasferimento immediato e l’alloggio sulla terraferma dei restanti 400 bambini e adolescenti non accompagnati. La sicurezza e il riparo di tutte le persone a Moria sono la priorità”.

Moria: il più grande campo profughi dell’Europa

Moria sull’isola greca di Lesbo è il campo profughi più grande di tutta l’Europa. La struttura è stata progettata per accogliere circa 3 mila persone, ma attualmente ospita un numero di migranti quattro volte superiore alla capienza massima. Il numero è incominciato a salire soprattutto dopo la crisi migratoria del 2015 che ha coinvolto la Grecia, il punto di partenza europeo di quella tratta ribattezzata rotta balcanica. Oggi la situazione risulta al limite della sopportazione con fortissime carenze soprattutto a livello sanitario. All’interno di questo campo profughi si trovano rinchiusi circa 5mila minori e in molti denunciano soprusi, violenze fisiche e psicologiche. Nell’ultimo periodo il centro è arrivato ad ospitare fino a 20mila persone circa, dopo che il presidente turco Erdogan ha deciso di spedire migliaia di migranti proprio oltre il confine con la Grecia.

Commenti