Monovolume 7 posti: i migliori modelli andati in pensione

0
465

Alcuni modelli di auto hanno avuto successo in un determinato periodo storico. È il caso delle monovolume 7 posti: eccone alcune.

Quali sono state le migliori monovolume 7 posti?

Le monovolume 7 posti nascevano negli anni 90, e il loro successo sul mercato europeo era al suo massimo sino al decennio successivo. Dopo questa data sono subentrati Suv e crossover, ma il segmento ha ancora i suoi estimatori. Magari tra i modelli che stiamo per vedere ce n’è uno che potrebbe interessare i nostalgici.


Jogger Dacia il nuovo Suv che sostituirà Lodgy


Opel Zafira Tourer

Quest’auto è uscita di listino nel 2020, ma per alcuni motivi può essere considerata l’ultima vera Zafira. Proviene direttamente da una di quelle auto che avrebbe portato a successo il segmento delle monovolume compatte, insieme alla Renault Mégane Scenic. La terza serie, nei modelli pre-restyling portava la parola Tourer, eliminata poi nel 2016. Negli interni si nota che la terza fila di sedili può essere abbattuta, rimanendo a filo con il piano di carico del vano bagagli: la seconda invece si compone di tre poltroncine indipendenti e pure abbattibili, scorrevoli di 21 cm.

Dacia Lodgy

La Dacia Lodgy trova il suo sostituto, a oggi, nel crossover Jogger, che ha molto poco di una monovolume. Della Lodgy è stata prodotta anche la variante Stepway, più simile alla Dacia Sandero. Il modello base è una delle poche a possedere attacchi Isofix per tutti e tre i posti della seconda fila, utili, ad esempio, per chi abbia bambini piccoli che viaggiano nel seggiolino.

Kia Carens

Nel 2013 questa auto giungeva alla quarta generazione, e usciva dai listini nel 2019. Non ha lasciato “discendenza”, ma il suo nome è oggi sfruttato per un Suv destinato al mercato indiano. L’ultima 7 posti che potrebbe somigliarle è la Kia Sorento.

Volkswagen Sharan

Qui abbiamo una monovolume a 7 posti entrata in scena nell’ormai lontano 1995. Si tratta di un altro modello di lungo corso, recentemente uscita dai listini.

Seat Alhambra

Condivide la gamma motori con la Sharan di cui sopra, ma è uscita di listino lo scorso anno. Abbattendo la terza fila di posti, la capienza del bagagliaio passa da 267 a 809 litri.

Peugeot 5008

È rimasta nel listino sino al 2017, soppiantata poi dal Suv a 7 posti omonimo. Tutti i sedili possono essere reclinati in avanti, consentendo in questo modo eventuali trasporti di oggetti lunghi.

Ford C-Max 7

Storica come le monovolume Galaxy e S-Max, al loro contrario è uscita di listino nel 2019. In Italia la versione a 7 posti era venduta come C-Max 7, negli altri mercati il suo nome era Grand C-Max. Se i sedili, disposti su tre file, sono tutti occupati, lo spazio del bagagliaio si riduce notevolmente.

BMW Serie 2 Gran Tourer

Nella gamma della Serie 2 non esiste una sua erede. Misura 22 cm in più della “collega” Active Tourer della stessa generazione, per una lunghezza di 4,57 metri. Il bagagliaio misura invece 145 litri, che aumentano a 645 abbattendo la terza fila di sedili.

Citroën Grand C4 Space Tourer

Questo modello è ancora in listino, ma soltanto fino al prossimo luglio. Sarà l’ultima della gamma Picasso: tale infatti era il suo nome fino al 2018, quando è stata ribattezzata Space Tourer. Anche qui, come nella Dacia Lodgy, le tre poltroncine posteriori dispongono di attacchi Isofix.

Fiat 500L Wagon

La variante lunga a 7 posti è da poco uscita dai listini, mentre resiste la versione a 5 posti. A sostituirle entrambe, nel 2023 dovrebbe arrivare una B-Suv. La 500L Wagon era prodotta negli ex stabilimenti di Zastava, in Serbia, e inizialmente il suo nome era Living. Almeno fino al 2017, quando ha preso il nome attuale.