Monday Night: Derby di Londra vinto dal Chelsea

0
305

Monday night della 27° giornata di Premier League che si gioca all’Olimpico di Londra, da quest’anno  la nuova casa del West Ham United . Stadio più capiente ma povero di storia rispetto al rispettato Boleyn Ground di Green Street. Hammers che affrontano la prima della classe, il Chelsea di Antonio Conte, allenatore che riesce a far esprimere ai suoi giocatori sempre il meglio. Si tratta dell’ennesimo derby della capitale Inglese. Ennesimo perché sono 6 le squadre londinesi nella massima serie, gli amanti della Premier possono quindi godersi un derby circa ogni settimana. Di amore e passione ne sa qualcosa Noble, centrocampista tifoso e capitano del West Ham cresciuto vicino ad Upton Park, per lui sarà lotta di quartiere.

Sono le 8.00 p.m. a Londra, l’atmosfera che si respira quando gioca il West Ham è sempre bellissima e come vuole la tradizione le squadre entrano in campo sulle note di “i’m forever blowing bubbles” mentre nell’aria vengono liberate vere proprie bolle di sapone.

Padroni di casa che partono con lo spirito giusto, pressano molto bene ogni giocatore dei blues che riceve palla in ogni zona del campo. Per i primi 20 minuti di gioco sono loro padroni del rettangolo verde, rendendosi anche pericolosi in diverse occasioni grazie alle incursioni sulla sinistra di Snodgrass, scozzese arrivato a gennaio dall’Hull City. Sull’ennesimo cross avviene uno scontro di testa in area del Chelsea tra Carroll e Moses, il primo non rinuncia mai a lottare e si butta su tutti i palloni, il secondo trasformato dalla cura Conte è cresciuto tantissimo diventando una pedina importante. Attaccante inglese che però ha la peggio e deve ricorrere alle cure mediche per un taglio tra naso e occhio.

25° Nel momento migliore degli Hammers Snodgrass sbaglia un semplice appoggio e Kanté, tanto per cambiare, la recupera e da il via al contropiede con Hazard. Il 10 belga sembra un caccia militare e brucia 50 metri con una velocità incredibile, si presenta davanti al povero Randolph che non può nulla. Chelsea che alla prima vera occasione non perdona.

40° Lanzini sguscia tra due avversari sulla trequarti di campo, chiede ed ottiene un triangolo con Noble liberandosi così per il tiro dal limite dell’area, palla che si alza e sorvola la traversa.

41° Ennesimo buco in difesa di Fonte che abbocca ad una finta di corpo di Hazard, il numero 10 si invola verso la porta dal lato sinistro e molto generosamente serve Diego Costa al centro dell’area che manca malamente l’impatto. Pallone che passa oltre e arriva sui piedi di Moses che non ci pensa troppo e conclude di precisione verso la porta dove in scivolata salva Creswell, ma non è finita, la palla si alza e rimbalza in direzione Pedro che conclude con potenza al volo ma stavolta è Randolph a compiere un vero e proprio miracolo ribattendo il tiro tenendo in partita gli uomini di Bilic. Conte si dispera e si va al riposo sullo 0-1 per i blues.

50° Passano solo 5 minuti dall’inizio della ripresa e da calcio d’angolo battuto da Fabregas, Diego Costa si vedere arrivare il pallone e lo corregge in rete per lo 0-2. West Ham anche sfortunato perché prima che il pallone arrivi esattamente alla punta del Chelsea, lo spizzica Obiang.

61° Snodgrass mette da sinistra l’ennesimo cross sul quale si avventa Fonte che colpisce male, palla che rimane li e arriva Feghouli con un tiro rasoterra che batte Courtois. Purtroppo non è serata per gli Hammers, Moses si trovava in traiettoria e respinge quasi sulla riga di porta. Azione che prosegue e Wet Ham che crossa di nuovo con Reid, ma anche stavolta l’esito non cambia, Fonte di testa sfiora l’incrocio dei pali.

67° Chelsea che con la vittoria in tasca gioca di ripartenza, ennesimo contropiede guidato da Kanté che allarga per Hazard, l’autore della prima rete della serata pesca molto bene Diego Costa in area che con un movimento manda a vuoto la marcatura di Kouyaté e conclude nell’angolino di sinsitro, Randoph si deve superare ancora e con la punta delle dita devia in angolo.

92° Palla persa malamente da Fabregas a centrocampo a causa di un insistente Carroll, West Ham che quindi imposta un contropiede con Ayew il quale allarga sulla destra dove sta arrivando Lanzini, l’argentino calcia a rete molto bene e batte Courtois accorciando le distanze. Purtroppo per i tifosi dei Martelli il gol è arrivato troppo tardi per poter sperare nel pareggio, finisce quindi 1-2.

West Ham che non gioca male ma che non riesce a decollare, non risparmiato comunque dalla sfortuna e dall’ingenuità di alcuni interventi. Chelsea che ha dimostrato di essere una squadra matura colpendo gli avversari alla prima occasione limpida nel loro momento non migliore, questa è la differenza tra avere dei buoni giocatori e dei campioni.

27° GIORNATA PREMIER LEAGUE

Manchester United – Bournemouth  1-1

Leicester – Hull City  3-1

Stoke City – Middlesbrough  2-0

Swansea – Bunley  3-2

Watford – Southampton  3-4

West Bromwich – Crystal Palace  0-2

Liverpool – Arsenal  3-1

Tottenham – Everton  3-2

Sunderland – Manchester City  0-2

CLASSIFICA: Chelsea 66, Tottenham 56, Manchester City 55, Liverpool 52, Arsenal 50, Manchester United 49, Everton 44, West Bromwich 40, Stoke City 35, Southampton 33, West Ham 33, Burnley 31, Watford 31, Bournemouth 27, Leicester 27, Swansea 27, Crystal Palace 25, Middlesbrough 22, Hull City 21, Sunderland 19.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here