Mœbius: un percorso nel tempo col fumettista

"MŒBIUS Alla ricerca del tempo" si conferma una mostra da non perdere

0
387
Mœbius
Una delle opere in esposizione a Pordenone

ll percorso espositivo guida i visitatori nell’universo immaginifico di Mœbius, alla scoperta dell’autore e del suo rapporto col tempo. L’esposizione al PAFF di Pordenone prosegue fino al 13 febbraio. Da vedere anche il percorso “Free hugs”.


Paff a Pordenone presenta Mœbius


Perché visitare la mostra di Mœbius?

Il tempo della sua arte porta un loop infinito che coinvolge ogni amante del fumetto in un continuo gioco di rimbalzi tra dimensioni. Realtà e fantascienza aggiungono straniamento e sogno a tavole già di per sé strabilianti. Sono in esposizione oltre 300 opere, con 153 disegni originali e 174 riproduzioni. Il percorso presenta incisioni con autografo, stampe d’arte a tiratura limitata, su Dbond, riproduzioni digitali e scenografiche.

L’artista e l’Italia

Non manca naturalmente una sezione dedicata ai legami tra Mœbius e l’Italia. Uno spazio significativo destinato alla dimensione più intima del lavoro dell’artista, alla sua ricerca sul “deserto interiore”. Ci sono le tavole tratte da “40 jour dans le Désert B” e alle sperimentazioni personali sulle forme fantastiche di cristalli. Parte del percorso è incentrata su Dante, in occasione del settecentesimo anniversario della morte. L’esposizione propone la memorabile interpretazione mœbiusiana del Paradiso, per la Galleria Nuages. Il percorso è arricchito da Metamœbius, documentario di 52 minuti di Damian Pettigrew e Olivier Gal.

Il catalogo “Mœbius – Alla ricerca del tempo”

La mostra è accompagnata da un catalogo in italiano e francese, di 178 pagine a colori, che raccoglie le opere in esposizione. Un’opera resa possibile col lavoro di ricerca e studio condotto da Mœbius Production e COMICON. I contributi sono di Isabelle Giraud, Claudio Curcio, Jean Michel Folon, Olivier Gal, Hervé Le Guyader. Presenta anche approfondimenti, una lettera di Federico Fellini e alcuni passi da Il Paradiso di Dante. Costa 47 €.

“Free hugs. L’abbraccio a fumetti”

La mostra itinerante diventa lo spazio in cui riflettere sull’abbraccio ed esplorarne le declinazioni. Il progetto si è aperto con una anteprima internazionale e prestigiosa a Venezia nell’ambito delle “Giornate degli autori”. La curatela è affidata a Alessio Trabacchini, critico, editor e docente alla ACCA Academy di Roma, e Giulio De Vita, disegnatore di fama internazionale. Il progetto è vincitore dell’avviso pubblico Promozione Fumetto 2021. L’esposizione è aperta fino al 30 gennaio.

Immagine da cartella stampa.