Modena: Arrestati spacciatori in trasferta

0
464
Modena

Spacciatori in trasferta: arrestati due uomini dalla Polizia di Stato di Modena hanno tratto in arresto due uomini, un italiano ed un nigeriano, rispettivamente di 18 e 49 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio.

La Polizia di Stato hanno tratto in arresto due uomini, un italiano ed un nigeriano, rispettivamente di 18 e 49 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel transitare in via Emilia ovest, la Squadra Volante ha notato un’autovettura, alla cui guida vi era lo straniero, mentre il 18enne sedeva sul sedile posteriore; alla vista della Polizia l’autista ha accelerato l’andatura, come per eludere un eventuale controllo, quindi ha iniziato a zigzagare per impedire alla Volante di superarlo, rischiando anche di urtare uno scooter.

Rapinata donna nel parcheggio del Lidl a Modena

Cavezzo – Ambulanza prende fuoco durante un trasporto

Carpi – Rissa al parco Pertini: denunciati 4 giovani

Con non poca difficoltà gli agenti sono riusciti a fermare il veicolo e a procedere ad un controllo degli occupanti. Dal momento che durante le verifiche vi era un persistente odore di stupefacente e i due, entrambi residenti a Reggio Emilia, avevano fornito versioni differenti circa la loro presenza in città, gli operatori hanno deciso di accompagnarli in Questura per accertamenti più approfonditi.

Il giovane italiano, incensurato, è stato trovato in possesso di 171,76 grammi di hashish, nascosti negli slip, suddivisi in due involucri termosaldati. Il cittadino nigeriano risulta avere a proprio carico precedenti penali e di polizia. Trattenuti presso le camere di sicurezza della Questura, come disposto dal Magistrato di turno, i due saranno processati con rito direttissimo.

Avevano ragione. La perquisizione ha portato alla scoperta di più di 500 grammi della sostanza stupefacente, già suddivisa in cinque panetti da 100 grammi, che erano stati arrotolati nel cellophane insieme ai biscotti. Sul mercato avrebbero fruttato tra i 5000 e i 10 mila euro. Nella camera da letto del giovane, inoltre, sono stati trovati e sequestrati altri 12 involucri di hashish, un coltello e un bilancino di precisione.

Il ventenne è stato quindi confinato agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima. In seguito, il giudice ha disposto per lui l’obbligo di firma presentandosi regolarmente alla Polizia Giudiziaria.