Il notiziario Americano Quartz ha rivelato che sarà possibile misurare la pressione sanguigna direttamente con l’Iphone ma senza la necessità di alcun hardware aggiuntivo (oggi è possibile farlo grazie ad uno smartwatch). Finora il progetto – probabilmente prossimo sugli Iphone sotto forma di applicazione-  si è dimostrato preciso circa il 95% delle volte. Potrebbe rivelarsi un salvavita dato che generalmente la pressione alta non ha sintomi particolarmente visibili.

I ricercatori dell’Università di Toronto in Canada e dell’Ospedale affiliato dell’Università di Hangzhou in Cina stanno lavorando a un modo per monitorare la pressione sanguigna con la stessa facilità con cui vengono pubblicati post sui social media. Pochi giorni fa, Martedì 6 agosto, hanno pubblicato la prova che un’app per smartphone che registra video può rilevare accuratamente la pressione sanguigna, almeno in alcuni tipi di utenti.

“Stiamo utilizzando una tecnologia chiamata imaging ottico transdermico”, afferma Kang Lee, psicologo dello sviluppo presso l’Università di Toronto e autore principale progetto. In sostanza, la luce emessa dalle fotocamere degli smartphone rimbalza sulle proteine ​​vicino alla superficie della pelle a velocità diverse. Uno di questi è l’emoglobina, una proteina nel nostro sangue che si sposta intorno all’ossigeno. Misurando minuscoli cambiamenti nell’emoglobina – con la frequenza di 900 foto scattate in 30 secondi – è possibile ottenere una lettura della pressione sanguigna.

Sulla base di tali misurazioni, Lee e il suo team hanno elaborato un algoritmo che permette letture della pressione sanguigna con una percentuale di successo del circa il 95%.

Esiste, tuttavia, un potenziale limite per questo innovativo progetto: la misurazione della pressione sanguigna dell’iPhone potrebbe non funzionare per tutti i colori della pelle. Oltre il 95% dei partecipanti alla sperimentazione (di un gruppo di 1.328) erano di origine asiatica orientale o europea.

In altre parole, la validità di questa sperimentazione è ancora in discussione per le persone con la pelle più scura. Un’altra proteina presente nella pelle è la melanina, responsabile del tono della pelle. L’app per smartphone dovrebbe essere in grado di distinguere tra la luce che rimbalza sulla melanina e la luce che rimbalza sull’emoglobina. Ma senza test su soggetti con tonalità della pelle più scure, è impossibile dire se effettivamente si può misurare la pressione sanguigna con lo stesso grado di precisione.

Negli Stati Uniti, le persone nelle comunità Latine e afroamericane hanno tassi di ipertensione superiori alla media. Hanno anche meno probabilità, e forse possibilità, di visitare luoghi di assistenza sanitaria, dove verrebbe normalmente diagnosticato qualsiasi caso di ipertensione. Per questi motivi i ricercatori sono ancora più motivati nel limare e sperimentare questo nuovo strumento anche per persone di pelle scura.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here