Minnesota: libri banditi dalle scuole

To kill a Mockingbird e The Adventures of Huckleberry Finn: i libri proibiti nelle scuole del Minnesota

0
261
Minnesota

Nelle scuole del Minnesota i bambini non posso leggere del tutto in libertà. I programmi scolastici bandiscono i libri To kill a Mockingbird di Harper Lee e The Adventures of Huckleberry Finn di Mark Twain.

Minnesota: l’inquisizione non è finita?

In Minnesota, a quanto pare, la santa inquisizione e il proibizionismo nella lettura sembrano aver lasciato ancora qualche traccia. Nello stato americano, dal 2018, nelle scuole è vietata la consultazione dei romanzi To kill a Mockingbird e The Adventures of Huckleberry Finn.

To Kill a Mockingbird

In Italia To kill a Mockingbird di Harper Lee è meglio conosciuto come Il buio oltre la siepe. Il romanzo racconta la vicenda di un bracciante nero ingiustamente accusato di molestie nei confronti di una donna bianca. Dopo varie peripezie e dopo la dimostrazione dell’innocenza di Tom, il bracciante, quest’ultimo muore, ucciso da un colpo di fucile di una guardia.

Le scuole del Minnesota hanno deciso di bandire la lettura dell’opera di Lee per via delle insidie razziali presenti nel testo. La storia di Tom potrebbe trasmettere sensazioni relative all’umiliazione e all’emarginazione.

Minnesota, To kill a Mockingbird bandito

Huckleberry Finn

Stessa sorte per il romanzo di Twain. The Adventures of Huckleberry Finn è il racconto di vicende umane ambientate negli anni in cui vigeva ancora la schiavitù. L’American Library Association ha affermato che la maggior parte delle lamentele proveniva dai genitori. Questi ultimi molto preoccupati per le allusioni alla questione del razzismo.

I romanzi di Lee e di Twain sono stati banditi anche nel Mississippi. Tuttavia, gli studenti con permesso dei genitori possono prendere parte ad uno studio del romanzo di Lee.

Minnesota, censurato Twain

Non solo in Minnesota, proibizionismo anche in Tennesse

Gli alunni della St. Edward Catholic School, nel Nashville (Tennessee), non potranno più prendere in prestito i libri di Harry Potter di JK Rowling. Bandita quindi la lettura delle avventure fantasy.

Il reverendo Dan Reehil, pastore della scuola cattolica romana, ha censurato i racconti magici con tanto di spiegazione. Il pastore ha scritto: “questi libri presentano la magia sia nel bene che nel male, il che non è vero, ma in realtà un inganno intelligente”.

Commenti