Minneapolis: continuano le proteste per l’uccisione di Daunte Wright

Il capo della polizia di Brooklyn Center afferma che l’agente avrebbe scambiato la pistola per il taser

0
436
Minneapolis: continuano le proteste

Dopo l’ennesima uccisione di un afroamericano da parte della polizia scoppiano nuove proteste negli USA. A Minneapolis, teatro dell’ultimo episodio di violenza, da due giorni continuano le proteste. Il capo della polizia di Brooklyn Center ha affermato che l’agente avrebbe scambiato la pistola per un taser. Il presidente Biden invita i manifestanti a mantenere la calma.

Minneapolis: continuano le proteste?

Dopo la morte dell’afroamericano Daunte Wright per mano di un agente della polizia si sono accese le proteste a Minneapolis. Le proteste sono iniziate davanti alla stazione di polizia di Brooklyn Center e proseguono da due giorni. I manifestanti hanno lanciato petardi e fuochi d’artificio alla polizia, che ha usato gas lacrimogeni e granate stordenti per provare a disperdere la folla.  Secondo StarTribune, alcuni manifestanti hanno fatto irruzione in circa 20 negozi nei pressi di Minneapolis. I sindaci di Minneapolis e delle città limitrofe hanno imposto il coprifuoco dalle 19 alle 6. A Brooklyn Center è stata inviata la Guardia Nazionale. I grandi eventi sportivi nazionali che erano programmati nella zona di Minneapolis sono stati posticipati. Secondo indiscrezioni riportate dai medi americani, decine di persone sono state arrestate per violazione del coprifuoco e per non aver rispettato l’ordine di sgomberare.

Capo della polizia: Wright è stato ucciso per errore

Il capo della polizia di Brooklyn Center, Tim Gannon, ha affermato che Wright è stato ucciso per l’errore di un agente, che ha sparato un colpo di pistola credendo di usare in taser. In una conferenza stampa Gannon ha mostrato il video della bodycam indossata dall’agente che ha sparato. Nel video non si capisce dove Wright venga colpito, ma si sente l’agente che rivolgendosi ai colleghi dice: “Gli ho sparato”. Il capo della polizia ha affermato: “Mi è sembrato, dal video, che l’individuo stesse cercando di tornare in macchina per andarsene. È mia convinzione che l’ufficiale avesse intenzione di utilizzare il suo Taser, ma invece ha sparato al signor Wright con un solo proiettile“.

Gannon ha detto che non poteva dire esplicitamente cosa stava passando per la testa dell’ufficiale, ma che sembrava fosse una “colpo accidentale”, in base alla sua esperienza e formazione. Gannon ha anche affermato che gli ufficiali ricevono “numerosi corsi di formazione durante l’anno” che si occupano di tattiche, armi da fuoco e utilizzo di taser.

Per il medico legale si tratta di omicidio

Intanto il medico legale della contea di Hennepin ha confermato che l’autopsia ha rilevato che si tratta di omicidio. Il medico ha detto: “Wright è morto per una ferita da arma da fuoco al petto. Questo è classificabile come omicidio”.


Minneapolis: 20enne afroamericano ucciso dalla polizia


Minneapolis: continuano le proteste e Biden chiede di mantenere la calma

Il presidente Biden esorta i manifestanti a mantenere la calma e consentire che un’indagine completa si svolga. Biden ha però sottolineato che si tratta dell’ennesimo episodio di violenza della polizia nei confronti di un afroamericano.  Biden ha affermato: “ Sappiamo che la rabbia, il dolore e il trauma che esiste nella comunità afroamericana è reale, grave ed è consequenziale. Tuttavia non giustificherà la violenza e il saccheggio. Quindi la domanda è: come possiamo, in modo ordinato, chiarire che si arriva a un’indagine in piena regola per determinare quali sono i fatti?”.

Commenti