Il ministro dellʼInterno invia una lettera urgente alle autorità maltesi: “Il vostro è il porto più sicuro”. De Magistris: “Imbarcazione venga a Napoli” A bordo si trovano oltre 600 profughi.

La Seefuchs, di una Ong olandese, era in difficoltà per le cattive condizioni del mare, ma Malta aveva solo proposto assistenza in mare, senza autorizzare l’ingresso in porto. Era così intervenuta la Guardia costiera italiana e la nave, alla fine, è stata fatta approdare sabato mattina a Pozzallo.

Si è trattato dell’ultimo episodio di un lungo contenzioso tra Italia e Malta, il cui comportamento è stato stigmatizzato dallo stesso Salvini l’altro giorno. La Valletta “non può sempre dire no a qualsiasi richiesta d’intervento”, aveva lamentato il ministro, che sabato ha ribadito la linea della fermezza assicurando che “non si ripeterà un’altra estate con sbarchi, sbarchi e ancora sbarchi”.

Malta a Roma: “Non abbiamo competenza sul caso Aquarius” – “Il salvataggio” della nave Aquarius “è avvenuto nell’area di ricerca e salvataggio libica ed è stato coordinato dal centro di coordinamento a Roma. Malta non è né l’autorità di coordinamento, né ha competenza su questo caso”. Lo ha dichiarato un portavoce del governo maltese, secondo quanto scrive il sito Malta Today.

L’ambasciatrice Maltese a Tgcom24: “Non sbarcare a la Valletta? Decisione del capitano” – “Il governo maltese ha dato disponibilità alla nave di sbarcare quando era vicino al porto maltese. Abbiamo dato autorizzazione ma il capitano ha deciso di non approdare a La Valletta a causa delle avverse condizioni atmosferiche”. Lo ha detto a Tgcom24 l’ambasciatrice di Malta in Italia, Vanessa Frazier.

Sami (Unhcr): “Salvare i migranti resti priorità” – “Oltre 750 morti nel Mediterraneo nel 2018: il salvataggio di vite in mare deve restare una priorità assoluta di ogni governo”. Lo chiede Carlotta Sami, la portavoce dell’Unchr per i rifugiati per il sud Europa dopo aver appreso della lettera del ministro Matteo Salvini alle autorità di Malta.

De Magistris: “Nave Aquarius venga a Napoli” – “Se un ministro senza cuore lascia morire in mare donne incinte, bambini, anziani, esseri umani, il porto di Napoli è pronto ad accoglierli. Noi siamo umani, con un cuore grande. Napoli è pronta, senza soldi a salvare vite umane”. Lo scrive in un tweet il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, facendo riferimento alla mancata autorizzazione di approdare in Italia per la nave Aquarius con a bordo 629 migranti.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here