Effetto Berlino sulle feste, misure di sicurezza anche in altre città italiane

Sorvegliati speciali il Colosseo e Circo Massimo. E’ quanto prevede il piano di sicurezza per Capodanno disposto dal questore di Roma Nicolò d’Angelo, sulla base di quanto emerso dall’ultima riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica dopo l’attentato di Berlino. Previsto un “consistente” afflusso di persone al Circo Massimo per gli eventi che inizieranno a partire dalle 22.30 di domani. Cinque i varchi di accesso all’area dove saranno effettuati i controlli di sicurezza.
Il piano, articolato nelle 24 ore, prevede il presidio di tutte le maggiori piazze della Capitale, con particolare attenzione a piazza Venezia, piazza di Spagna, piazza Navona, Campo de’ Fiori, piazza del Popolo, Fontana di Trevi, Gianicolo ed Eur. A San Pietro resta ancora in vigore lo specifico piano di sicurezza adottato per l’anno giubilare.


Previsti anche fioriere antisfondamento e controlli di polizia con metal detector sui ponti di Roma dove si svolgeranno le manifestazioni per il Capodanno. Inoltre oltre mille agenti delle forze dell’ordine, in uniforme e in abiti civili, vigileranno tra la gente.
E scenderanno in campo anche tiratori scelti, pattuglie a cavallo e poliziotti in bicicletta per garantire la sicurezza a Roma. A completare il dispositivo, pattuglie a piedi e della polizia fluviale che sorveglieranno la città navigando sul Tevere. 

A Milano per Capodanno anche controlli ‘tecnologici’ – Non solo una piazza del Duomo ‘blindata’ a Milano in occasione del concertone di San Silvestro, ma anche strumenti tecnologici come telecamere ad alta definizione e una novità: agenti in borghese con uno speciale smartphone che permette la ‘diretta’ delle immagini. A svelare il particolare controllo del territorio è stato il questore di Milano, Antonio De Iesu, durante il tradizionale incontro di fine anno per la diffusione dei dati sulla criminalità nel capoluogo lombardo. “Avremo 40 agenti in borghese in giro per la città con degli smartphone di ultimissima generazione che utilizzano la tecnologia Lte e che ci permetteranno di vedere in diretta quello che accade in un certo luogo direttamente da chi si trova sul posto nella nostra sala operativa. E’ una tecnologia che opera su piattaforma Telecom – ha aggiunto – che attiviamo solo in occasione di grandi eventi e grazie a una parte esclusiva della banda di trasmissione ci permette di avere immagini nitide senza soffrire del sovraccarico della rete”.

Firenze: metal detector in piazzale concertone – Metal detector e controlli rafforzati al capodanno del piazzale Michelangelo a Firenze con Marco Mengoni: ad annunciarlo, oggi nel corso della presentazione dell’evento in Palazzo Vecchio è stato il sindaco Dario Nardella. “Ci sarà particolare controllo di tutte le piazza del Capodanno a Firenze – ha spiegato il sindaco – e ci saranno prescrizioni precise per Piazzale Michelangelo: mi riferisco al filtraggio delle persone con presenza di metal detector e forze dell’ordine”. Il sindaco ha invitato anche a non portare al piazzale “oggetti contundenti o botti”, perché non saranno ammessi, ed ha lanciato un appello alla cittadinanza affinché “rispetti Firenze nei festeggiamenti del Capodanno”. Non ci sarà, come di consueto, alcuna ordinanza antibotti ma “forte vigilanza in particolare sull’aspetto della vendita”, ha garantito Nardella.

Capodanno blindato a Torino, rafforzate misure sicurezza – Effetto Berlino sul Capodanno torinese. Per assistere al concertone di piazza San Carlo, le persone saranno infatti sottoposte ai rigidi controlli previsti dalla Questura, che ha disposto l’impiego di metal detector portatili ai cinque varchi della piazza: via Giolitti e via Alfieri, dalla parte di piazza Cln, via Roma, via Santa Teresa e via Maria Vittoria dall’altra parte, mentre il varco tra le due chiese sarà bloccato dal grande palcoscenico. L’area sarà protetta da barriere anti-sfondamento, i cosiddetti ‘betafence’. La presenza delle nuove Unità Operative con funzioni di antiterrorismo sarà rafforzata e al personale in divisa si aggiungeranno agenti in borghese, con unità cinofile e antisabotaggio a vigilare sulla buona riuscita della manifestazione. L’ordinanza del questore di Torino, Salvatore Longo, prevede poi la bonifica del parcheggio sotterraneo, con pattugliamenti anche durante la notte. Intensificati i controlli anche nelle stazioni e all’aeroporto di Torino Caselle, oltre che davanti ai cosiddetti obiettivi sensibili, come chiese, consolati, banche e uffici pubblici.

A Mantova Daniele Silvestri e misure di sicurezza – Mantova chiuderà il suo anno di capitale italiana della cultura con il concerto di Daniele Silvestri in un capodanno che, dopo l’attentato di Berlino, si preannuncia blindato. L’appuntamento musicale sarà il clou della festa in piazza organizzata dal Comune che si concluderà con uno spettacolo pirotecnico sui laghi, pensato con pochi botti e tante luci per non intaccare il delicato ecosistema lacuale. La festa di capodanno sarà anche l’occasione per salutare il 2017 in cui Mantova, assieme a Bergamo, Cremona e Brescia, sarà uno dei cardini del progetto Lombardia orientale-Regione europea della gastronomia. Il piano sicurezza predisposto dalla Questura prevede la chiusura al traffico di un’ampia area attorno a piazza Sordello, con un sistema di transenne ai varchi stradali per impedire l’accesso alle vie del centro di eventuali mezzi pesanti. Al casello di Mantova nord della A22 e lungo le strade che conducono in città Polstrada e Carabinieri effettueranno verifiche accurate sui Tir, soprattutto su quelli forniti di permesso di transito. Molti gli agenti dislocati in piazza che si occuperanno, anche con metal detector, del filtraggio del pubblico diretto al concerto.

‘Panettoni’ e new jersey in cemento a Padova – In vista dei festeggiamenti di Capodanno si è decisa, a Padova, la collocazione in Prato della Valle di una dozzina di ‘panettoni’ e di alcuni new jersey in cemento nei varchi più stretti per scongiurare attacchi terroristici come accaduto recentemente a Berlino e lo scorso luglio a Nizza. La decisione è stata presa al termine della riunione tecnica organizzata questa mattina in questura a Padova. In corrispondenza di questi varchi saranno posizionate anche forze di polizia che con metal detector, unità cinofile e artificieri per eseguire controlli e perquisizioni a campione. Un centinaio le persone coinvolte nel dispositivo di sicurezza tra polizia di stato, polizia locale, carabinieri, vigili del fuoco, guardia di finanza, equipaggi antiterrorismo, protezione civile, Digos e militari in borghese. Disposto inoltro il divieto di vendita di alcolici per asporto dalle 21 alle 3. Lo stesso dispositivo, con ‘varchi’ limitati e controlli a campione, sarà replicato anche il prossimo 6 gennaio in occasione dei festeggiamenti dell’Epifania e del tradizionale falò.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here