Mini si rinnova: ecco le nuove arrivate in famiglia

0
296

La famiglia si allarga e Mini si rinnova. È ancora sinonimo di guida agile, un look inconfondibile e alti standard in termini di tecnologia. Scopriamo insieme le nuove nate.

Mini si rinnova, ma come?

“La Mini è l’originale che si distingue dalla massa, e continua a reinventarsi ancora e ancora” sono le parole piene di entusiasmo di Bernd Körber, Head of Mini. “Con l’attuale revisione del modello, la Mini ha raggiunto un livello di maturità che la rende ancora più eccezionale nel segmento delle compatte per quanto riguarda il design, l’essenza del prodotto e la qualità premium”.


Mini Cabrio continua la corsa e pensa in grande


Nuovo slancio

La Mini Cooper SE, completamente elettrica, porta in dote un nuovo aggiornamento del design, della tecnologia e della qualità premium. Le ultime versioni poi, la Mini John Cooper Works e la Mini John Cooper Works Cabrio, hanno un ulteriore miglioramento nel design, specifico per il modello, e nella composizione stessa del prodotto. “La maggior sostanza del prodotto Mini è riscontrabile a prima vista e ovunque. Questo vale per il design, i materiali e la sensazione di ricercatezza degli interni, così come per le numerose nuove opzioni che riguardano il funzionamento, il divertimento di guida e l’assistenza alla guida” sono le parole della Project Manager Petra Beck. I modelli della Mini che si rinnova dunque sono tre: Mini 3 Porte, Mini 5 Porte e Mini Cabrio.

Gli esterni

La chiave è un ridisegnamento purista, e l’estetica migliorata porta maggiormente in evidenza le caratteristiche centrali del design della Mini che si rinnova. La vista frontale è dominata dalla caratteristica griglia del radiatore, con il contorno esagonale più grande, dai fari tondi tipici del modello. Al posto delle luci di posizione troviamo delle prese d’aria all’esterno, che tagliano le barriere d’aria per ottimizzare l’aerodinamica. La striscia centrale (e portatarga) del paraurti è stata ridipinta in tinta con la carrozzeria, e non più di nero.

Nuovo design

“Il nuovo design Mini è più fresco, più moderno, più fresco e più pulito. Tutte le innovazioni seguono una mission comune: semplificare la Mini! Meno complessità, più individualità” ha dichiarato Oliver Heilmer, Head of Mini Design. Le proporzioni definiscono la vista laterale, e gli integratori laterali integrati nei Side Scuttles possiedono ora sensori LED. Il design superficiale ridotto caratterizza la vista posteriore, e una cornice nera riprende la forma della griglia del radiatore. Il faro antinebbia posteriore è integrato nella grembialatura posteriore.

Il tetto Multitone Roof

La possibilità di personalizzare il tetto e le calotte posteriori degli specchietti è una delle caratteristiche più sorprendenti della Mini. Finora avevamo Jet Black, Aspen White, Meltin Silver e Chili Red: la nuova variante è una gradazione che va dal San Marino Blue, al Pearly Aqua fino al Jet Black, appunto. La nuova tecnica di verniciatura è denominata Spray Tech.

Tecnica Spray Tech

La tecnica in questione si estende dalla cornice del parabrezza alla parte posteriore: le tre tonalità di colore sono applicate una dopo l’altra, in un processo di verniciatura bagnato su bagnato. Quest’ultima è integrata nel processo automatizzato dello stabilimento Mini di Oxford, anche se le condizioni ambientali potrebbero causare variazioni nel pattern di colori: questo rende già ogni auto diversa dall’altra. “Il nuovo Multitone Roof per la Mini non è soltanto la forma più espressiva di verniciatura a contrasto mai realizzata, ma porta anche le opzioni di personalizzazione del marchio ad un nuovo livello. E visto che ogni tetto ha le proprie piccole differenze ed è così unico, vale davvero la pena osservarlo da vicino” ha osservato in merito Oliver Heilmer.

Nuove verniciature

Anche la finitura della carrozzeria comprende tre nuovi colori. Esistono già le verniciature esterne Rooftop Grey e Island Blue, entrambi metallizzati, ma adesso è arrivata anche la Zesty Yellow, anche se inizialmente sarà disponibile solo per la Cabrio. Nell’opzione Piano Black Exterior le maniglie delle porte, i Side Scuttles, il tappo del carburante, i loghi sul cofano e sullo sportello del vano bagagli, le scritte identificative e il tubo dell’impianto di scarico sono rifiniti di nero lucido. Così pure le cornici dei fari, della griglia del radiatore e delle luci posteriori. Mini si rinnova, anche in questo.

Cerchi in lega

La gamma di cerchi in lega è rinnovata, con cinque varianti nuove di zecca. I cerchi da 17 pollici sono disponibili nel design Tentacle Spoke Black, nel Scissor Spoke e nella versione nera della Pedal Spoke, un look bicolore concentrico con fantasiosi dettagli cromatici. E lo stesso dicasi per i cerchi in lega leggera John Cooper Works nella variante Circuit Spoke Black.

Luci a LED

Sui tre nuovi modelli diventerà di serie la nuova versione di fari a LED. Il loro alloggiamento interno è in nero, e le unità LED per le luci abbaglianti e anabbaglianti rendono la strada brillante e uniforme. Inoltre, una fascia luminosa possiede la funzione delle luci di marcia diurne e degli indicatori di direzione. I fari Adaptive LED aggiungono la funzione Cornering Light, come la luce abbagliante a matrice e l’illuminazione in caso di maltempo. In caso di svolte, un fascio di luce separato cade in automatico sulla corsia in cui il conducente è diretto.

Unità aggiuntive

La luce abbagliante è controllata automaticamente in base alla situazione del traffico, con velocità superiori ai 70 km/h. A questo scopo l’unità LED è divisa in quattro segmenti, che è possibile attivare e disattivare indipendentemente: questa funzione aiuterà a non abbagliare gli altri guidatori. Se la telecamera anteriore identifica un veicolo in arrivo o che ci precede, lo spazio occupato dallo stesso verrà illuminato dal solo anabbagliante. L’illuminazione in caso di maltempo è attivabile con un pulsante: con visibilità limitata (nebbia, neve, forte pioggia) la luce anabbagliante può integrare una luce soffusa, per un’illuminazione più intensa.

Union Jack sulle luci posteriori

Anche la Mini 3 Porte, la 5 Porte e la Cabrio possiedono le luci posteriori con il design Union Jack. Il motivo è più scuro, evidenziando in tal modo la grafica ispirata alla bandiera britannica. Ad eccezione della luce di posizione, le funzioni delle luci sono tutte in tecnologia LED. La Mini si rinnova, ma l’Union Jack rimane.

Design d’interni

Una delle novità sono i colori dei sedili, nella nuova variante Light Chequered, un perfetto complemento della carrozzeria Zesty Yellow. Il tessuto Black Pearl possiede un nuovo look a scacchiera, e le cuciture della finta pelle nera sfoggiano una combinazione di colori che ben si sposa con il tessuto delle superfici. Il design Colour Line è parimenti abbinato al colore del rivestimento, ed è stato ridotto il numero di elementi cromati. Le due prese d’aria esterne sono incorniciate da pannelli neri, le interne incassate a filo della superficie.

Strumentazione centrale

Il display è un touchscreen a colori da 8,8 pollici, pulsanti touch e superfici lucide Piano Black, tutto di serie. Più armoniosa l’integrazione del sistema audio, dei pulsanti di funzione per le luci di emergenza e dei sistemi di assistenza alla guida.

Volante di serie

Ogni modello avrà di serie il volante di pelle con tasti multifunzione, con una nuova struttura delle tastiere che ottimizza il funzionamento dell’audio e del telefono, del controllo vocale e del sistema di assistenza alla guida. Il volante è anche dotato di superficie in pelle nappa, e di poggia pollici più grandi. Inoltre, il riscaldamento del volante è integrato come optional per i modelli compatti Mini.

Connected Media

Dietro al volante è presente il display multifunzionale, come componente dell’opzione Connected Media. Display digitale a colori nel design Black Panel, di serie nella SE, con diametro di 5 pollici che visualizza ogni informazione rilevante per la guida, compresi la messaggistica di controllo e le indicazioni dello stato del sistema di assistenza. E nella Mini elettrica, funziona da indicatore di carica nel corso del collegamento alla rete elettrica.

Tecnologia dei motori

Per le nuove Mini, sono disponibili motori a benzina tre o quattro cilindri. La tecnologia TwinPower Turbo si compone di un’unità di sovralimentazione integrata nel collettore di scarico, dall’iniezione diretta di benzina e dalla fasatura variabile delle valvole. Ognuno dei motori a tre cilindri ha una capacità di 1,5 litri, e sono disponibili in tre versioni: da 55 kW/75 CV a 75 kW/102 CV, e 100 kW/136 CV. Il motore a quattro cilindri invece ha una capacità di 2 litri, e una potenza massima di 1131 kW/178 CV o 170 kW/231 CV nelle John Cooper Works. La tecnologia di controllo delle emissioni è costantemente ottimizzata, il che lo rende conforme alla normativa sulle emissioni Euro 6d.

Mini Cooper SE

Il suo motore elettrico da 135 kW/184 CV permette la guida senza emissioni. La sua potenza è trasmessa tramite un cambio automatico a uno stadio: la batteria a ioni di litio ad alta tensione possiede un contenuto energetico lordo di 32,6 kWh, con un’autonomia da 203 a 234 km.

Mini 3 Porte, 5 Porte e Cabrio

I loro motori a combustione sono combinati di serie con cambio manuale a 6 marce. Eccettuato il motore entry-level della 3 e della 5 Porte, possono trasmettere la potenza alle ruote anteriori per mezzo di un cambio Steptronic a 7 rapporti con doppia frizione (a 8 nella John Cooper).

Sospensioni adattative

Erogazione spontanea della potenza dei motori, sterzo preciso, freni potenti e messa a punto delle sospensioni e degli ammortizzatori. L’equilibrio tra sportività e comfort di guida è raggiunto tramite uno smorzamento continuo a frequenza selettiva: una valvola aggiuntiva sul lato della trazione, che attenua i picchi di pressione improvvisi. Tra i 50 e i 100 millisecondi è il tempo della regolazione dello smorzatore. Inoltre, le forze di smorzamento possono essere ridotte del 50% a seconda delle situazioni di guida e delle condizioni della strada. Questa tecnologia è disponibile per tutte le varianti, eccetto la Mini One First, la Mini One e la Mini Cooper SE.

Superamento della corsia

Nei tre nuovi modelli è disponibile come optional il pacchetto Driver Assistance. Questa opzione comprende l’avviso di uscita dalla corsia, che aiuta l’autista a rimanere sulla strada in sicurezza, a velocità comprese tra i 70 e i 210 km/h. Per evitare il superamento involontario della corsia, il sistema registra le marcature ai margini della stessa e avverte il guidatore mediante una vibrazione del volante.

Active Cruise Control

Questo sistema di assistenza alla guida si avvale della collaborazione delle immagini della telecamera anteriore. L’Active Cruise Control, ora disponibile nei nuovi modelli, offre la funzione Stop & Go in combinazione con il cambio automatico. Mantiene automaticamente la velocità desiderata e la distanza dai veicoli che la precedono, con i dati della telecamera anteriore. Il controllo combinato può essere utilizzato tra i 30 e i 140 km/h, e se necessario il sistema può frenare l’auto fino all’arresto. Per ripartire, sarà sufficiente premere sul pedale dell’acceleratore.

Mini si rinnova con la personalizzazione completa

In definitiva, la gamma di allestimenti e pacchetti di equipaggiamento permettono di personalizzare completamente la Mini 3 Porte, 5 Porte e Cabrio. A parte questo, è disponibile un numero, seppur esiguo, di opzioni individuali per la configurazione finale del nostro veicolo. Ultima, ma non ultima, la app che ci consente di restare sempre connessi con la nostra Mini. È probabile che sarà disponibile entro la metà del 2021, in 40 Paesi e in 23 lingue.