Milano: Fase 2 secondo ATM. Cosa cambia sui mezzi?

Milano, come si è riadeguata ATM per garantire il distanziamento sociale anche sui suoi mezzi? Ecco un breve giro tra metro e tram nel pieno della Fase 2.

0
356
Metro_lilla_Milano
Mezzi di Milano: anche la metro lilla si riadegua alle nuove norme (foto: Giulia Taviani)
Come sono cambiati metro e tram nella fase 2 (servizio di Giulia Taviani)

Milano: come si è riadeguata ATM

ATM e i mezzi di Milano devono fare i conti come tutti gli altri con la nuova fase 2, i numerosi decreti e le norme che prevedono il distanziamento sociale e l’obbligo di indossare la mascherina. Dopo due mesi di lockdown, è cambiato il modo di viaggiare su metro e tram.

Le stazioni ora sono tapezzate da indicazioni disegnate a terra per aspettare l’arrivo dei mezzi e per sedersi su tram e metro. I posti a sedere, a causa di questa riduzione, hanno subito un calo addirittura del 25% della disponibilità. Non è infatti più possibile accomodarsi uno accanto l’altro, ma bisogna lasciare almeno uno se non due posti – dipende dalla tipologia di sedile – tra i viaggiatori. Ma non solo, la portata tutta dei vagoni e dei tram ha subito una riduzione. Ora l’autista potrà chiedere agli ultimi arrivati di scendere per partire nel rispetto delle norme di sicurezza, mentre per quanto riguarda le metro, si è pensato di intrurre nelle 36 maggiori stazioni dei tornelli per il conteggio delle persone, simile a quello utilizzato a SanSiro Stadio durante le partite.

Niente più assembramenti sulla banchina e sul vagone quindi. Niente più affollamenti e lotte per salire sui mezzi perché si è in ritardo per il lavoro. I milanesi dovranno cambiare le loro abitudini, partire prima da casa e munirsi di pazienza. Ci sarà meno confusione ma più coda, mentre ATM ha offerto la possibilità di comprare anche i biglietti singoli sull’applicazione. In più si attendono nelle grandi stazioni anche i dispenser per l’acquisto di gel igienizzante e mascherina.

Ma non è tutto. Nelle stazioni d’incontro di più linee metropolitane, sono stati riadeguati i passaggi da una metro all’altra per evitare scontri tra passeggeri in arrivo e in partenza, un po’ come si vede nelle stazioni dei treni, dove i binari sono stati completamente riadeguati per garantire il distanziamento sociale. Per garantire ciò, sono stati intensificati i controlli all’interno delle stazioni e sui mezzi.

Leggi anche: A Milano Paolo Sarpi riparte dopo il fermo di febbraio

Commenti