Migranti haitiani al confine USA: iniziate le espulsioni

0
328
USA: migranti frustati dalle guardie di frontiera

Il governo americano ha iniziato le espulsioni dei migranti haitiani che sono giunti al confine con gli USA. Tre voli, con a bordo oltre 320 migranti, sono già atterrati nella capitale di Haiti. Sono attesi altri sette volti di rimpatrio entro questa settimana. I migranti sono spaventati di tornare ad Haiti a causa della crisi politica che il Paese sta attraversando dopo l’omicidio del presidente Jovenel Moïse.

Sono iniziate le espulsioni dei migranti haitiani al confine USA?

Il governo americano ha iniziato a deportare centinaia di migranti haitiani che nei giorni scorsi si erano riuniti al confine con il Texas. Secondo quanto riferito dall’Associated Press, più di 320 migranti sono arrivati a Port-au-Prince su tre voli dagli Stati Uniti. L’AP riferisce anche che altri sette voli sono previsti per questa settimana. I funzionari della polizia di frontiera degli USA hanno dichiarato che nel fine settimana mirano a deportare la maggior parte dei circa 12 mila migranti che si sono rifugiati sotto un ponte a Del Rio, in Texas, dopo aver attraversato da Ciudad Acuña, in Messico. 

Molti dei migranti sono rimasti sotto i ponti per giorni, lottando per sopravvivere in condizioni squallide e senza molto cibo né acqua. Il capo della pattuglia di frontiera Raul Ortiz ha dichiarato durante la nuova conferenza di domenica che l’agenzia “lavorava 24 ore su 24 per spostare rapidamente i migranti fuori dal caldo e da sotto questo ponte alle nostre strutture di elaborazione al fine di elaborare e rimuovere rapidamente le persone dagli Stati Uniti in linea con le nostre leggi e le nostre politiche”.  

Haiti: un Paese instabile

Haiti si trovano in una grave crisi economica e politica, che si è aggravata dopo l’assassinio del presidente Jovenel Moïse e un terremoto di magnitudo 7,2 che ha colpito il Paese all’inizio di quest’anno. Dal 2010, dopo il devastante terremoto, molti haitiani sono scappati dal Paese. Principalmente sono migrati in Sud America per cercare nuove opportunità di lavoro. Dopo l’aumento di una carenza di posti di lavoro molti hanno deciso di intraprendere il pericoloso viaggio verso gli USA. Alcuni migranti, che si trovano al campo di Del Rio e che sono in attesa di espulsione, hanno affermato di aver paura di tornate un Paese molto instabile e in piena crisi politica.


Leggi anche: Texas: oltre 10 mila migranti haitiani giunti al confine