Migliaia in piazza a Parigi contro la guerra in Siria

0
560
migliaia in piazza a Parigi contro la guerra in Siria

Migliaia di persone sono scese in piazza a Parigi per protestare contro la guerra che la Turchia sta conducendo in Siria

Nella giornata di ieri decine di migliaia di persone sono scese in piazza a Parigi per protestare contro la guerra spietata condotta dalla Turchia nella Siria del nord.

La manifestazione a sostegno della Siria settentrionale, organizzata dalla piattaforma di difesa francese per il Rojava, ha raccolto l’adesione di decine di migliaia di cittadini parigini. I manifestanti si sono riuniti a Place de la Republique sventolando le bandiere dello YPG/ YPJ (Unità di protezione del popolo curdo).

Insieme ai gruppi francesi e curdi in piazza c’erano anche politici e rappresentanti delle istituzioni.

La Francia si prepara a ricollocare le sue forze in Siria e ha bisogno…

Le parole di Nasrin Abdallah, la comandante delle YPJ

La folla riunitasi a Place de la Republique ha ascoltato le parole di Nasrin Abdallah, comandante delle YPJ (le unità di protezione femminili del Rojava), che era in collegamento telefonico.

Siria: tregua violata, per Trump invece sarà un successo

“Le nostre proteste e azioni continueranno a crescere fino a quando lo stato turco invasore si ritirerà dal Rojava”, ha detto Nasrin ai manifestanti.

La nostra resistenza- ha aggiunto– continuerà fino a quando lo stato turco invasore non lascerà il Rojava. Voi, insieme al nostro popolo che vive in Europa, dovreste aumentare le vostre azioni e mobilitare i paesi europei contro l’occupazione. Vinceranno i popoli resistenti”.

Twitter oscura le news sulla guerra in Siria di TRT: la dura replica della…

Pir Rıza Yağmur, rappresentante della Federazione democratica europea Alevi (FEDA), ha invece dichiarato: “Chi difende il proprio diritto, chi difende la propria terra non è terrorista“. Il riferimento, naturalmente, è alle parole del presidente della Turchia Erdogan, che ha sempre chiamato i curdi “terroristi”, nonostante abbiano combattuto strenuamente l’Isis.

I combattenti curdi, intanto, hanno iniziato a ritirarsi dalla città siriana al confine con la Turchia, Ras al-Ayn. Secondo l’accordo per il cessate il fuoco mediato dagli Usa, le forze curde dovrebbero ultimare la ritirata entro martedì sera.

Civili giustiziati durante la guerra in Siria

Commenti