MFW 2022 senza Armani ma con la new-entry Andrea Incontri

La Milano Fashion Week 2022 dovrà fare a meno delle sfilate targate Giorgio Armani. C'è grande attesa per alcuni debutti, tra i quali si segnalano quelli di JW Anderson e di Andrea Incontri.

0
560
MFW 2022 eventi
La Milano Fashion Week 2022 è in calendario dal 14 al 18 gennaio (screenshot Instagram).

Il 14 gennaio si è aperta la Milano Fashion Week 2022 con la tradizionale sfilata iniziale di Zegna. La kermesse andrà avanti fino a martedì 18 gennaio. Anche quest’anno, purtroppo, l’evento è condizionato dall’emergenza coronavirus che ha costretto ad organizzare una parte delle sfilate in presenza ed un’altra in digitale. Il grande assente dalla MFW 2022 è Giorgio Armani. Ci sono però delle new-entry a dir poco interessanti.

MFW 2022: perché Armani ha dato forfait?

Anche la Settimana della Moda milanese di quest’anno deve fare i conti con la pandemia di Covid-19. Com’è accaduto in passato, anche in questa circostanza Giorgio Armani ha annunciato che non prenderà parte alla MFW 2022 con la sua collezione maschile e nemmeno con quella di Armani Privé. Lo stilista piacentino, infatti, ha preferito tutelare la salute dei suoi collaboratori e anche del pubblico dell’evento del fashion. Intanto, guardando ai prossimi appuntamenti, c’è da segnalare la rinuncia di Brunello Cucinelli al Pitti di Firenze, la fiera di moda maschile conosciuta in tutto il mondo.

Federico Cina esalta la dancing romagnola a MFW 2022

Quali sono le novità della Settimana della Moda di Milano 2022?

La Milano Fashion Week 2022 è stata organizzata in modalità ibrida (come ormai accade di consueto da quando è scattata l’emergenza sanitaria) tra sfilate online e fisiche. La conferenza stampa di presentazione è avvenuta in presenza. Detto dell’assenza di Armani, vediamo quali sono le new-entry più interessanti di quest’anno. Innanzitutto è atteso Andrea Incontri, ex designer di Tod’s. Sarà poi la volta di JW Anderson: la sua sfilata si potrà seguire online collegandosi al sito ufficiale della Camera Nazionale della Moda. Tra le collezioni che verranno mostrate al pubblico in digitale, si segnalano anche quelle di Brunello Cucinelli, Santoni, Tod’s e MSGM.