Meteo Week End – Crollo termico con forti temporali e neve

0
158

Sempre più conferme arrivano dai modelli matematici riguardo la clamorosa ondata di maltempo attesa a partire da venerdì: non sarà una semplice perturbazione atlantica, ma una vera e propria irruzione d’aria artica proveniente dalla Groenlandia, capace di spazzar via definitivamente l’estate dal Mediterraneo.

Quanto detto ieri riceve ulteriori consensi: da nord a sud le temperature crolleranno di oltre 10°C e la siccità diverrà un ricordo per tante regioni. Il calo termico sarà tale da permettere il ritorno della neve su tutte le montagne del nord e l’Appennino settentrionale, generalmente oltre i 1400-1500. Nelle vallate alpine e sui versanti esterni i fiocchi bianchi potranno spingersi anche a quote collinari.

Ma quando arriverà la perturbazione? L’ingresso dell’aria fredda avverrà nella giornata di venerdì sulle regioni del nord: qui le temperature scenderanno in maniera repentina e le piogge potranno rivelarsi molto intense specie a ridosso dell’arco alpino.

Molto probabile l’arrivo di importanti grandinate a causa degli eccessivi sbalzi termici.
Venerdì sera l’aria fredda inizierà a dilagare su parte del centro Italia, portando i termometri sui 15-16°C, mentre al sud continueremo a registrare temperature elevate per il periodo (ma ancora per pochissimo).

Sabato il calo termico conquisterà anche il Meridione: la perturbazione spazzerà via ogni traccia d’estate grazie ai forti venti di maestrale, le piogge intense ed il calo termico di almeno 12-13°C. Pensate che le temperature massime, sia sabato che domenica, non andranno oltre i 20-21°C su tutto il centro-sud! Al nord non si andrà oltre i 18-19°C in pieno giorno.


Torneranno le minime ad una cifra in pianura Padana e nelle zone interne del centro.
Piogge e temporali investiranno dapprima il nord ed il lato tirrenico nella giornata di venerdì, mentre tra sabato e domenica si concentrerà solo sul centro-sud lasciando spazio al Sole sulle regioni settentrionali.

La prossima settimana continuerà a presentarsi fresca di giorno e a tratti fredda di notte, da nord a sud. Continueranno a susseguirsi altre perturbazioni che porteranno nuovi carichi di pioggia su tante nostre regioni, dando un grosso respiro alle dighe dopo la dura siccità dell’ultimo mese.

Commenti