Meteo – Severo allerta meteo sull’Italia: forte ciclone portera temporali e vento forte e nevicate

0
148

Nuovo ciclone polare pronto all’impatto. Tra giovedì 15 e venerdì 16 un severo ciclone di origine nord-europea impatterà sull’Italia, provocando una fase di maltempo, caratterizzata da abbondanti piogge, temporali, nubifragi e pure dal ritorno della neve, localmente a quote basse per il periodo. L’autunno alza dunque la voce e si prepara ad una nuova offensiva verso il Bel Paese.

Vediamo nel dettaglio quali saranno le zone più colpite da questa nuova fase perturbata.

NORD colpito da forte MALTEMPO – Già dalle prime ore di giovedì il maltempo risulterà intenso su molti tratti del Nord. Le precipitazioni più abbondanti, localmente a carattere di nubifragio, colpiranno soprattutto la bassa Lombardia, specie il mantovano e l’Emilia centro-occidentale in particolare il parmense, il reggiano e il modenese. L’elevata intensità dei fenomeni e l’accumulo di pioggia abbondante in poche ore, potrebbero provocare anche improvvisi allagamenti e problemi di carattere idrogeologico.

Altri forti rovesci sono attesi inoltre su molte province del Veneto: a rischio nubifragi saranno in particolare il padovano, il vicentino e, in seguito, il trevigiano. Nonostante fenomeni meno intensi, anche il resto delle regioni settentrionali non godrà di bel tempo.

Tornerà anche a cadere la neve sui rilievi alpini, sopra i 1500 metri di quota e sulle cime più alte dell’appennino tosco-emiliano dove le nevicaterisulteranno più abbondanti.

Anche al Centro e su alcuni tratti del Sud la mattinata risulterà parzialmente turbolenta. Occhi puntati all’Umbria, ma in particolare a Lazio e Campania dove forti rovesci e locali nubifragi minacceranno città come Roma, Napoli, Caserta e molti tratti dei litorali. Fenomeni sparsi anche sui restanti settori, eccezion fatta per la fascia adriatica, dalle Marche meridionali all’Abruzzo, dove il tempo si manterrà più asciutto.

Durante il pomeriggio e in serata il tempo continuerà a rimanere ancora perturbato sulle medesime regioni, nonostante precipitazioni progressivamente meno diffuse e meno violente.

Ci sarà inoltre spazio per un generale calo delle temperature massime e ad un deciso rinforzo dei venti specie sull’area tirrenica.

MIGLIORA solo da Venerdì – Il vortice di bassa pressione comincerà a muovere il suo asse verso i Balcani, allontanandosi dall’Italia, solamente nel corso di venerdì, ma sarà ancora in grado di mantenere forti condizioni d’instabilità su molte regioni. Al Nord dopo residue piogge al mattino su Veneto ed Emilia Romagna, la situazione migliorerà, mentre insisteranno per gran parte del giorno su Toscana, Marche, Umbria, Lazio e ancora su tutto il comparto tirrenico meridionale, specialmente sui litorali di Campania e Calabria, nonché sulla Sicilia nord-orientale.

Nel corso del weekend l’area ciclonica si sposterà ulteriormente verso levante a garanzia di un ulteriore e graduale miglioramento, specie al Centro-Nord.

Commenti