Meteo Settimana Prossima – Dal caldo anomalo all’inverno polare

0
249

Dal Caldo anormale alla riscossa invernale. Nonostante l’alta pressione resterà sempre pronta a ripiombare in Italia, la prossima settimana potrebbe finalmente risultare più dinamica rispetto all’ultimo lungo periodo di letargo atmosferico. 

Passeremo infatti da una forte stabilità e da un caldo anormale a una possibile riscossa invernale con l’arrivo di pioggia e neve, nonché di un contesto climatico finalmente più consono alla stagione. Cerchiamo dunque di capire meglio i dettagli su quanto potrà accadere.

Quella di Lunedì 24 sarà sicuramente la giornata più calda della settimana ad eccezione di alcuni settori del Nordest, in Liguria e sui comparti centro-settentrionali della Toscana dove troveremo una maggior presenza di nubi e dunque un conseguente minor irraggiamento solare. Altrove invece il meteo si manterrà tranquillo e, come detto, anche molto mite per la stagione. 

Martedì 25 l’atmosfera comincerà a dare i primi segnali di risveglio. Sotto un deciso rinforzo dei venti umidi dai quadranti meridionali, i cieli risulteranno maggiormente coperti da nubi, specie sulle regioni centro-settentrionali. Sulla Val Padana saranno presenti anche banchi di nebbia sparsi e al Nordovest potrà anche cadere un po’ di pioggia, il tutto accompagnato da un netto calo delle temperature, anche di 10°C.

Mercoledì 26 (delle Ceneri) ci attendiamo un ulteriore cambiamento, in peggio. Comincerà infatti ad abbassarsi il flusso nord-atlantico. Entreranno impetuosi venti di Maestrale, di Libeccio e di Ponente,specie sulla Liguria. Il tempo andrà peggiorando inizialmente sui comparti alpini e su alcuni tratti del Nordest, specialmente su Friuli Venezia Giulia, Alto Veneto ed Emilia Romagna, con l’arrivo di piogge sparse e dei primi temporali della stagione. Sono attese anche alcune nevicate sulle Alpi orientali intorno ai 5/600 metri. In seguito la situazione andrà peggiorando su Toscana, settori centrali appenninici e rispettive aree interne, per poi coinvolgere anche la Sardegna e l’area del basso Tirreno in serata. 

Attenzione proprio al pomeriggio/sera in quanto ci attendiamo alcuni temporali e l’arrivo della neve sull’Appennino centrale, a quote via via sempre più basse, fino a quelle collinari. Nel contempo avremo un miglioramento al Nordest. Caleranno infine le temperature. 

Arriviamo così alla giornata di giovedì 27 quando il tempo andrà ulteriormente migliorando al Nord e su gran parte del Centro. Si manterrà invece instabile il quadro meteorologico al Sud e sul medio/basso Adriatico dove insisteranno piogge sparse, qualche temporale e alcune spruzzate di neve sui monti intorno ai 6/700 metri di quota. Il tutto sarà condito anche da forti venti di Maestrale e Tramontana. 

Dopo questa sorta di sconquasso meteo, da venerdì l’alta pressione proverà a riconquistarsi il maltolto riportando il bel tempo su gran parte del Paese. Tuttavia da domenica 1 marzo sembra possibile un nuovo peggioramento al Nord, sul quale vi terremo aggiornati nei prossimi approfondimenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here