Meteo rigido e ghiaccio anche prossima settimana

0
337
Meteo rigido e ghiaccio

Forti gelate dopo la neve. Meteo rigido e ghiaccio anche prossima settimana. Avanza anticiclone da ovest, ma il freddo al suolo persisterà con forti inversioni termiche che favoriranno gelate notturne

Correnti artiche affluiscono sull’Italia, con meteo ancora movimentato per effetto di un vortice depressionario che sta traslando verso i Balcani. L’aria fredda sta favorendo nevicate fino in collina sull’Appennino, ma nei prossimi giorni saranno protagoniste le gelate notturne e al primo mattino. L’arrivo dell’anticiclone da ovest non porterà un vero ricambio d’aria, o perlomeno l’aria più mite scorrerà solo in quota.

Nei bassi strati permarrà l’aria fredda che, essendo più pesante, avrà modo di adagiarsi al suolo, favorendo le cosiddette inversioni termiche. Le gelate saranno enfatizzate dagli ampi rasserenamenti che domineranno fin da domenica soprattutto al Centro-Nord. I cieli sereni favoriscono la forte dispersione del calore notturno, con conseguenti gelate attese in Val Padana, ma anche su pianure e zone interne del Centro. Il raffreddamento notturno sarà più marcato una volta esaurita la perturbazione e anche una volta che i venti settentrionali si smorzeranno. 

Nuove nevicate a bassa quota: altro affondo artico sull’Italia

Gelo micidiale in Scandinavia: temperature da record storico

Sono infatti attese condizioni ideali per il cosiddetto gelo da irraggiamento, con serenità del cielo, scarsa ventilazione ed aria secca. Le temperature scenderanno sotto lo zero diffusamente in Val Padana fin da domenica, con punte anche di -4/-5°C sulle pianure tra Basso Piemonte ed Emilia. Il termometro potrà scendere localmente più in basso, per l’effetto albedo, sulle aree recentemente innevate. Poche novità sono attese ad inizio settimana, con ancora gelate intense e diffuse in pianura al Nord e sulle zone interne del Centro Italia. 

Viceversa, di giorno, i termometri mostreranno un trend ad una lieve risalita, grazie all’abbondante soleggiamento. L’andamento termico non mostrerà particolari variazioni nel corso della settimana, con inversioni termiche in ulteriore accentuazione. La stagnazione dell’aria e l’incremento progressivo dell’umidità determineranno la formazione di nebbie ghiacciate in Val Padana, localmente persistenti anche di giorno.

Fonte: Meteo Giornale