Meteo Piemonte – Rischio evacuazione per alcune case a Torino per la piena del Po

0
996

Al Fioccardo nel pomeriggio i residenti hanno ricevuto dalla Protezione civile un sms con allerta piena, stessa situazione per gli abitanti del Parco del Meisino.

«La piena che ci aspettiamo non è una piena straordinaria, ma ordinaria». A parlare è Gianmatteo Cicotero, dirigente della protezione civile della Città, durante un sopralluogo ai Murazzi, sommersi dall’acqua dopo le intense piogge delle ultime ore. «Abbiamo già chiuso entrambi i lati del fiume Po, da corso Regina Margherita sino a Moncalieri, così da tutelare la pubblica sicurezza – spiega – Piove molto e il livello del fiume è destinato a salire». Molta attenzione per la zona del Fioccardo, in corso Moncalieri, dove c’è un alto rischio di esondazione. «Potrebbe essere il caso di evacuare alcune case » aggiunge Cicotero.

Verso le 16 di martedì i residenti al Fioccardo hanno ricevuto dalla Protezione civile un sms con allerta piena. Li si invita a non lasciare l’auto in garage e a portare su dalle cantine eventuali oggetti di valore.


Sempre nella zona del Fioccardo i vigili urbani di zona stanno passando dai diversi circoli sulle sponde del fiume per notificare l’ordinanza , e verificare che abbiano effettivamente chiuso. Per ora non si registrano allagamenti.

Al momento, il nostro consiglio è di mettere al riparo macchine e beni custoditi nei piani interrati». Sul posto anche l’Arpa Piemonte. «È una piena che va tenuta sotto controllo perché sono valori significativi, anche se al momento non si segnalano particolari criticità», interviene Secondo Barbero.«In via precauzionale, sono stati attivati i controlli anche nelle tenute arginali a monte di Torino».

La piena di Po, che questa mattina era nel cuneese, sta arrivando in città. Il livello del fiume ha già raggiunto i Murazzi e si prevede ancora un incremento di una cinquantina di centimetri. 

Nel tardo pomeriggio i livelli dovrebbero assestarsi e progressivamente scendere. Si tratta, comunque, di livelli molto al di sotto di quelli raggiunti nel 2016. L’acqua minaccia anche i circoli canottieri Esperia e Amici del Fiume in corso Moncalieri.

Fino a giovedì accesso chiuso ai Murazzi

«Questa mattina abbiamo firmato un’ordinanza, valida sino alla giornata di giovedì 8 novembre, per chiudere l’accesso alla zona dei Murazzi, da corso Regina Margherita a Moncalieri». A spiegarlo, durante un sopralluogo in centro a Torino per l’emergenza maltempo, è l’assessore comunale all’ambiente Alberto Unia. Che rassicura: «la situazione è sotto controllo. I Murazzi sono allagati, ma era previsto. Già da sabato abbiamo iniziato ad allertare la popolazione. Intorno alle 20, l’emergenza dovrebbe essere cessata l’emergenza. Un consiglio ai cittadini? Solo di fare un po’ di attenzione». In lungo Po è arrivato anche l’assessore regionale all’ambiente Alberto Valmaggia: «Da nove giorni abbiamo l’allerta maltempo e presidiamo con la sala operativa – spiega – Il sistema risponde bene. Il livello dei fiumi sta salendo, ma siamo ancora nei limiti. Bisogna comunque tenere alta la vigilanza».

Allarme giallo anche al Meisino
Nel tardo pomeriggio il messaggio sull’allerta meteo arancione è arrivato anche per i residenti vicino al parco Meisino.

Commenti