PASQUA 2019 e PASQUETTA con SORPRESA. Pasqua 2019 e Pasquetta saranno sotto il segno della vera dinamicità atmosferica tipica primaverile con frequenti acquazzoni, temporali e qualche sprazzo soleggiato, su poche zone. Continua su questa linea la previsione delle feste pasquali e di tutte le prossime vacanze.

La causa sarà ancora una volta l’insistenza di un flusso atlantico proveniente da Ovest che permetterà alle perturbazioni (come sta accadendo oramai da settimane) di raggiungere a più riprese l’Italia e tutto il bacino del Mediterraneo.

Si prospettano quindi feste bagnate con il rischio che molti italiani cambieranno, all’ultimo minuto, i piani per festeggiare sia la Pasqua che la Pasquetta. Difatti nel giorno si Pasqua inizierà con il bel tempo quasi ovunque eccetto qualche nube bassa o annuvolamento innocuo su gran parte del Paese, ma in modo particolare sul versante Tirrenico.

Tra l’ora di pranzo e il primo pomeriggio avverrà un netto cambiamento: si svilupperanno temporali sulle zone interne di tutta l’Italia con piogge improvvise ed occasionalmente anche delle grandinate laddove i fenomeni risulteranno intensi. Precipitazioni previste anche su Toscana, Lazio, Campania, Sardegna, Sicilia e Appennino Centro-Meridionale (abruzzese, molisano e lucano). 

A Pasquetta la situazione non dovrebbe cambiare di molto. Avremo ancora instabilità diffusa con temporali e acquazzoni concentrati nelle ore pomeridiane. Le GROSSE SORPRESE sorprese saranno acquazzoni improvvisi, ma ovviamente tra un rovescio di pioggia e un temporale faranno capolino ampi spazi di sereno, sebbene ahinoi non ovunque. Al momento le zone che potrebbero beneficiare del sole potrebbero essere Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia. 

Le temperature, tra Pasqua e Pasquetta, rimarranno stazionarie con valori tipicamente primaverili. Anche per il resto delle vacanze, almeno fino al 1° Maggio, la situazione meteorologica resterà instabile per la mancanza di una figura importante, attesa da molti: l’Alta Pressione. 

Seguiremo con attenzione, giorno dopo giorno, l’evolversi della situazione poiché anche un piccolo e minimo cambiamento potrebbe far migliorare la previsione o addirittura peggiorarla ulteriormente.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here