Meteo Palermo – Violento nubifragio nel capoluogo peloritano: danni, feriti e morti

0
399

CI SONO DUE MORTI. Purtroppo si segnalano due vittime rimaste intrappolate dentro alla loro macchina nel sottopassaggio di via Leonardo da Vinci.

Secondo una prima ricostruzione le due persone sarebbero annegate dentro all’auto. Situazione critica su Palermo e tutta la provincia, colpite nelle ultime ore da nubifragi che hanno scaricato in città eccezionali accumuli d’acqua. 

Caduti picchi di 125mm a Palermo piazza Europa, oltre 85mm a Boccadifalco, mentre il totale parziale giornaliero della stazione SIAS di Palermo è pari a 135 mm, massimo valore registrato dalla stazione fin dalla sua installazione nel 2002: si tratta di accumuli giornalieri da primato storici per il mese di luglio.

Un nubifragio, una autentica bomba d’acqua di 125 litri su metro quadro in pochi minuti si è abbattuto sulla città di Palermo, in pochi minuti sono scesi oltre 100 mm di pioggia, l’equivalente di quello che normalmente cade in tutta la stagione estiva!

Le strade si sono trasformate in veri e propri fiumi in piena con la gente che nuotava per salvarsi.

Il giorno del Festino si trasforma in tragedia. Due persone sono morte questo pomeriggio nel sottopasso di via Leonardo Da Vinci, sono rimaste intrappolate dentro la loro auto. Sul posto stanno intervenendo i sommozzatori dei vigili del fuoco.

Secondo una prima ricostruzione le due vittime sono annegate dentro alla vettura che si è allagata. I corpi senza vita sarebbero stati visti dai vigili del fuoco, ma al momento non sono ancora stati recuperati dai sommozzatori che stanno scandagliando il sottopassaggio.

Bambini in ipotermia in via Sardegna

Due bambini, il più piccolo di 9 mesi, sono stati ricoverati in ospedale per ipotermia. I piccoli sono rimasti intrappolati in auto, insieme ai loro genitori, nel sottopasso di viale della Regione, all’altezza di via Sardegna. Le forze dell’ordine hanno prelevato coperte e teli termici dagli ospedali per le persone soccorse in strada. “

Commenti